Polpette di Pol Pot episodio 3

Narratore: Oggi è un bel giorno, un nuovo giorno splende sopra il ristorante “Le Polpette di Pol Pot”. Una turista dall’Armenia sta visitando il ristorante! Il suo nome è Aroush Halapsian.
Aroush: Sono io! Teeheehee! *entra nel ristorante*
Burtis: Gruff.
Ledarna: Scusate. Burtis è un po… duro.
Burtis: Duro? A chi lo dici duro! A me piace fare l’uncinetto!
Aroush: Huh. Tipi strani.
Ledarna: Heh. Strani… poi tanto non direi. Prego, siediti.
Aroush: Ok. *si siede*
Ledarna: Vuoi qualcosa di specifico?
Aroush: Ahh… Io vorrei i grissini col formaggio molle e la curcuma come antipasto. Le polpette alla paprika come primo piatto. E poi un mochi al cioccolato per dolce.
Ledarna: Arrivano subito!
*Ledarna va in cucina*
*Rallen arriva a parlare con Aroush*
Rallen: Ciao.
Aroush: Bari galust!
Rallen: Huh?
Aroush: Barev o Bari galust. Saluto armeno. Si rifaceva.
Rallen: Sei armena?
Aroush: Si. Nata e cresciuta ad Yerevan, insieme alle mie sorelline Shika e Kerli. Vuoi vedere una foto di famiglia?
Rallen: Perché no?
*Aroush mostra una foto di lei, le sue sorelle, e i suoi genitori a Rallen*
Rallen: Quindi, tu ti chiami…
Aroush: Io sono la mitica, e inimitabile, Aroush Halapsian!
Rallen: Aroush! Che bel nome! Comunque, io sono Rallen. Tu devi essere la prima turista in questo ristorante!
Aroush: Si. Che sollievo! Mi piace così tanto. Se potessi, andrei qua tutti i giorni.
Rallen: Ah. Ma… non hai ancora mangiato nulla!
Aroush: No, no, ma che capisci! Intendo… intendo l’anima del posto!

Aroush: Comunque, tu saresti Rallen… Rallen… tatore?
Rallen: ahahahahahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rallen: No… sarei… Rallen Ostrodono.
Aroush: Rallen Ostrodono? Che nome! Sembra un nome da protagonista!
Rallen: E un po’, io, protagonista lo sono.
Aroush: Mon cheri! Inch’pes hmayich’!
Rallen: Huh?
Aroush: Beh. Diciamo che sei molto affascinante…
Rallen: Grazie.
Aroush: Lavori qui?
Rallen: Sono il lavapiatti. Qui ci sono anche i miei grandi amici! Atkara è la cuoca, Ledarna la cameriera, Burtis il buttafuori…
Aroush: Buttafuori? Tipo un boss?
Rallen: No. Burtis è un generico uomo di forza. Apre i barattoli quando Atkara è troppo debole.
Aroush: Ahahaha!
Rallen: Yeah.

*Aroush ha finito di pranzare*
Aroush: Aaaah! Che sollievo!
Atkara: Ehehehe! Pranzo di tuo gradimento!
Aroush: Yeah. Tu saresti Atkara, giusto?
Atkara: Si.
Aroush: Sei del Kazakistan?
Atkara: Sono uzbeca! Hehehe!
Aroush: Ah. Il mio nome è Aroush e io sono armena.
Atkara: Non incontro un’armena da anni!
Aroush: Si?
Atkara: L’ultima volta che ho incontrato armeni era ad una convention scientifica post-sovietica.
Aroush: Sei anche una scenziata?
Atkara: Sono un’alchemista.
Rallen: Ti troverai bene visto che qua siamo tutti stranieri tranne me.
Aroush: Huh?
Rallen: Ledarna è polacca, Burtis nigeriano…
Aroush: Ah.
Burtis: Grug.
Aroush: La prossima volta che posso andare in vacanza in Italia, torno di nuovo.
Rallen: Ok. Vi riaspettiamo!
Aroush: Hayastan salameykum!
Ledarna: Salame y kum? Ma che…
Aroush: A dir la verità non so che significhi nemmeno io.
Aroush & Ledarna & Rallen: Eheheehehe!
Aroush: Sono un po’ pazzerella… lo sanno tutto…
Burtis: Grahg.
Atkara: Forse il prof ha qualche aggeggio per farci incontrare più spesso.
Aroush: IL Prof?
Atkara: Il Prof. Guzekin. Vive in un laboratorio sotterraneo a nord della Russia.
Rallen: Il Boss vorrebbe che noi lo andassimo a trovare.
Atkara: Magari andrà lui da noi!
Aroush: Dovrei invitarvi tutti quanti in Armenia! Hayastan alé!
Rallen: Comunque la volta scorsa, noi abbiamo incontrato tre gemelle!
Aroush: Tre gemelle?
Rallen: Si. E lo sai come si chiamavano?
Aroush: Qui, quo, e qua?
Rallen: No.
Ledarna: Ma che, hai imparato l’italiano leggendo fumetti disney?
Aroush: No. Io di solito li leggo in Klingon o in Matrix. Ma dentro di me ho un qualche cosa che mi dice che certe cose sono giuste da dire perché io sono la persona giusta. Credo che succedi pure a tutti voi…
Ledarna: Hanno basato un conlang sul film Matrix?
Atkara: Si… lo ha inventato il prof.
Aroush: Ah. Questo prof avrà inventato di tutto!
Atkara: Di tutto… e anche di più! Hehehehehe!
Rallen: Comunque, le tre gemelle si chiamavano Sakartvelo, Hayastan, e Azerbaycan.
Aroush: Huh. Questo prova che nel Caucaso, in fondo in fondo noi abbiamo molte similitudini… tre nazioni, tutte e tre ricche come un maiale!
Ledarna: Il loro papà si chiama Turkiye e la loro mamma si chiama Iran.
Aroush: Tee hee! Khaghaghut’yun, arevelk’!
Atkara: Comunque… un giorno dovresti provare a leggere i fumetti disney in Proto-Eden, anche conosciuto come Orinoorinoori…
Aroush: Lo terrò a mente! Kupo!

3 pensieri riguardo “Polpette di Pol Pot episodio 3

  • 27 Maggio 2020 in 07:58
    Permalink

    ho letto tutti i tuoi episodi delle polpette! è davvero bellissimo! chissà se un giorno continuerai a scrivere
    io ci spero! se hai scritto tutto tu, ti faccio i miei complimenti sei bravissima, non ti arrendere mai continua cosi
    ANTIO GAIA ANTIO

    ΠΑΝΤΑ ΖΩΝΤΑΝ ΣΕ ΜΙΑ ΜΕΓΑΛΗ ΚΑΛΛΙΤΕΧΝΗ

    Rispondi
    • 27 Maggio 2020 in 08:05
      Permalink

      Grazie! “Antio” e μεγαλι καλλιτεcηνι anche a te!

      Sei greca?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *