Amiche per (Cau)caso – Stagione 1

NARRATORE: A Elerica, tranquillo paesino della Sicilia, un ragazzo si sta svegliando per cominciare il suo nuovo lavoro ad un nuovo ristorante a Palermo. Il suo nome è Rallen Ostrodono e lui ha appena compiuto 18 anni.
Camera di Rallen
Rallen: si sveglia Oh… che ore sono? Le nove e mezza? Oh! E’ tardi! Mi devo preparare in fretta!
Rallen si alza, si veste, ed esce da casa. Sale sul motorino e corre via.
Davanti al ristorante “Le polpette di Pol Pot”
Rallen: Oh, Polpette di Pol Pot? Che nome buffo. Sembra che una nuova avventura sta per cominciare! Oh yeah!
Una ragazza esce fuori dalla porta del ristorante.
???: Oh, tu sei Rallen, vero? Il nuovo arrivato. Si è fatto tardi!
Rallen: Si. Sono Rallen Ostrodono. Piacere di conoscerti! Sono il nuovo lavapiatti.
???: Io sono Ledarna Enakovski! E qua sono una cameriera.
Rallen: Ok. Mi sa che avremo tante avventure insieme!
Ledarna e Rallen entrano nel ristorante
Ledarna: Vi presento gli altri ragazzi.
???: Io mi chiamo Burtis Obunga. Buttafuori e generico uomo di forza. sbatte i pugni fra di loro
???: Io sono Atkara Tilnova! Scenziata pazza… ops cuoca pazza! Hehehehe!
Rallen: Gruppo multietnico?
Ledarna: Esatto. Io nata in Polonia, Burtis in Nigeria, Atkara in Uzbekistan…
Rallen: Mi chiamo Rallen Ostrodono e sono di Elerica. Non molto lontano, si sa.
Atkara: Quindi tu sei il più italiano di tutti! Hehehehe!
Rallen: Grazie. Quindi… non c’è un boss… o qualcuno?
Ledarna: Fra un po’ incontreremo il nostro employer.
Un tipo di età avanzata e in abiti formali scende dalle scale.
???: Salve, miei monsignori!
Rallen: Salve, mio padrone! Eheh!
Ledarna: Scusate il lavapiatti, lui è un po’ infantile.
Rallen: Infantile a chi lo dici!
???: Beh siete ancora giovani e pimpanti, è normale che siete un po’ immaturi. Chiamatemi Boss.
Rallen: Boss?
Boss: Si. Solo Boss. 😉 Non preoccupatevi!
Rallen: Io mi preoccupo spesso…
Boss: Ovvio che ti preoccupi, signor Ostrodono, sei così nuovo e poco esperienzato!
Atkara: Eh, ma esperienzato si dice?!
Rallen: Si può dire! Striviamo per un mondo senza regole!
Atkara: Che poi noi parliamo italiano solo come seconda lingua.
Rallen: Siamo qua per l’avventura, la giustizia, e l’essere amici… non per parlare l’italgliano correggiato!
Ledarna: Vero.
Boss: Allora, come sapete, “Le polpette di Pol Pot” è un nuovo ristorante, appena aperto, un’esperienza unica! Yeah!
Rallen: Ma… hai cercato persone in tutto il mondo per…
Boss: Si chiama concorso internazionale.
Rallen: Non c’è stato nessun concorso. Semplicemente io ho ricevuto una lettera ieri che mi diceva di venire qua.
Boss: Ohohohoh! Il brand delle mitiche polpette ha le sue vie!
Rallen: Quindi sei andato specificamente a prelevare stranieri che avevano imparato a parlare italiano?
Boss: No: Sono andato a prelevare le persone giuste. Siccome erano le persone giuste, loro hanno imparato a parlare italiano molto velocemente… si chiama Anime Language Fluency Logic! Ehehehehehe!
Atkara: Hai rovinato il quarto muro e per lo più mi hai copiato la risata!
Boss: Beh, signorina Tilnova. Noi siamo un po’ come una famiglia!
Rallen: Famiglia spaziale! Evvai!
Boss: Oppure la possiamo perfino chiamare una… famiglia culinaria. Fra pochissimo arriveranno i primi clienti!
Rallen: Yay nuovi clienti!
Boss: Ora risalgo. Voi fate i bravi!
Il boss sale di nuovo sulle scale.
Rallen: Uno per tutti… tutti per uno!
Rallen porge la sua mano. Ledarna mette la sua mano su quella di Rallen. Atkara mette la sua mano su quella di Ledarna. E Burtis mette la sua sopra quella di tutti.
Rallen: Burtis! La tua mano è come una bistecca!
Atkara: Beh… qua non faccio bistecche, quindi abbiamo Burtis come sostituto… ehehehehehehe!
Ledarna: cantando simile alla sigla dei puffi Le uzbeche fan così… son tutte per lo più…
Rallen: Ey!
Atkara: Non tutte le uzbeche!
Ledarna: Ma tu si!
Rallen: Tu ti definisci un po’ strana, non è vero, Atkara?
Atkara: Non sono strana… sono un genio incompreso.
Burtis: gruff.
Ad un tratto, la porta del ristorante si apre. Un signore, una signora, e tre gemelle di 3 anni.
Rallen: Ciao a tutti! Benvenuti a “Le Polpette di Pol Pot”! Congratulazioni per essere i primi arrivati!
Signore: Pensavo che questo potesse essere un posto carino per le mie tenere figlie.
Figlia3: Tenera? Io NON SONO tenera. Huhm.
Signora: Azzy! Tuo papà intende dire che sei brava e coraggiosa.
Rallen: Tua figlia si chiama Azzy?
Signore: Le mie figlie si chiamano saKartvelo, Hayastan, e Azerbaycan Enpau.
Ralllen: Nomi strani.
Signora: Io mi chiamo Iran e mio marito si chiama Turkiye.
Ledarna: Iran… e Turchia.
Turkiye: Eh. Queste cose accadono per caso. I miei mi dovevano iscrivere all’anagrafe. Ma il foglio era sporco di cioccolato, e sembrava che c’éra scritto Turkiye dove doveva essere inserito il mio nome.
Iran: Stessa cosa per me!
Rallen: Dovete essere veri amanti del cioccolato!
Hayastan: Noi AMIAMO! Il cioccolato!!!
Iran: Quando ero incinta io, guardavamo su un mappamondo e io volevo chiamare la figlia Georgia. Poi mi è arrivata una telefonata dalla mia migliore amica d’infanzia. E io le ho detto: Io voglio chiamare mia figlia Georgia. E lei ha risposto: Ah Georgia come lo stato degli stati uniti? E io dissi: No come la nazione del caucaso! E lei rispose: Se devi chiamarla così perché non chiamarla saKartvelo? Perché in realtà, non è che la nazione del caucaso si chiama Georgia, ma che si chiama saKartvelo.
Azerbaycan: Saker Tort!
Iran: Beh, se vuoi si. Siamo in un ristorante quindi capisco se ti viene fame! Comunque siccome abbiamo avuto tre figlie, loro si chiamano saKartvelo, Hayastan, e Azerbaycan…
Turkiye: Ovvero Georgia, Armenia, e Azerbaijan. Il Caucasus Trio!
Iran: Loro sono le Caucasus-Triplets!
Ledarna: Siete carinissime!
saKartvelo: Lo so che lo siamo!
Rallen: Accomodatevi, mie piccole eroine!
Haya&Azer: SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!
La famiglia Enpau si siede ai loro posti.
Ledarna: Allora, cosa volete?
Turkiye: Per antipasto dei grissini da intingere nel formaggio spalmabile.
Ledarna: Ok. Per secondo?
Iran: Pasta con l’uovo e il formaggio! E poi le vostre mitiche polpette alla curcuma per il terzo.
Ledarna: Capito. Nient’altro?
Turkiye: No. Siamo a posto. Torneremo un’altra settimana!
Ledarna: Ok. Tutto fatto!
Atkara: Vado subito a preparare! Hehehehehehehehehe!
Atkara corre subito in cucina.
Rallen: E così, mi sono ritrovato una nuova famiglia.

Sigla
Polpette di Pol Pot! Polpette di Pol Pot!
Un nuovo ristorante, non molto galante
Ma che ti farà sballar
Polpette di Pol Pot! Polpette di Pol Pot!
Non solo polpette, ma anche risotti
Gustosità da far amar
Polpette di Pol Pot! Polpette di Pol Pot!
Se vuoi una vita strepitosa
Vieni ad incontrare Rallen,
Ledarna, Burtis, e Atkara a…
Polpette di Pol Pot! Polpette di Pol Pot!
Eroismi e fantasia
Questo non è solo un ristorante, no
Polpette di Pol Pot! Polpette di Pol Pot!
Ti faran sballar!
Polpette di Pol Pot! Yeah yeah!
Sigla finisce
NELL’EPISODIO PRECEDENTE
Camera di Rallen* Rallen: si sveglia Oh che ore sono? Le nove e mezza? Oh! E’ tardi! Mi devo preparare in fretta! Rallen si alza, si veste, ed esce da casa.

Rallen: Ok. Mi sa che avremo tante avventure insieme! Ledarna e Rallenentrano nel ristorante Ledarna: Vi presento gli altri ragazzi.

Io nata in Polonia, Burtis in Nigeria, Atkara in Uzbekistan Rallen: Mi chiamoRallen Ostrodono e sono di Elerica.

Non preoccupatevi! Rallen: Io mi preoccupo spesso Boss: Ovvio che tipreoccupi, signor Ostrodono, sei così nuovo e poco esperienzato! Atkara: Eh, ma esperienzato si dice?! Rallen: Si può dire! Striviamo per un mondo senzaregole! Atkara: Che poi noi parliamo italiano solo come seconda lingua.

Rallen: Siamo qua per l’avventura, la giustizia, e l’essere amici non per parlarel’italgliano correggiato! Ledarna: Vero.

Rallen: Burtis! La tua mano come una bistecca! Atkara: Beh qua non facciobistecche, quindi abbiamo Burtis come sostituto ehehehehehehe! Ledarna: cantando simile alla sigla dei puffi Le uzbeche fan così son tutte per lo più Rallen: Ey! Atkara: Non tutte le uzbeche! Ledarna: Ma tu si! Rallen: Tu tidefinisci un po’ strana, non vero, Atkara? Atkara: Non sono strana sono ungenio incompreso.

Rallen: Ciao a tutti! Benvenuti a “Le Polpette di Pol Pot”! Congratulazioni peressere i primi arrivati! Signore: Pensavo che questo potesse essere un postocarino per le mie tenere figlie.
FINE SOMMARIO DI EPISODIO PRECEDENTE
Narratore: Quali saranno le prossime avventure dei nostri carissimi amici Rallen, Ledarna, Burtis, e Atkara?
dentro il ristorante “Polpette di Pol Pot”
Rallen: Ah. Non ho più fame, ragazzi!
Ledarna: Quindi la cena è stata di tuo gradimento?
Rallen: Si.
Atkara: sfoglia un giornale intitolato Science Week Oh, ragazzi! Hehehehe!
Ledarna: Che c’è, Atty? Qualcosa di interessante?
Atkara: Il Prof. Guzekin.
Rallen: Prof Guzekin?
Atkara: Si. Uno scenziato pazzo che… più pazzo di lui ce né, ma più scienziato di lui non ce né.
Rallen & Atkara & Burtis: OOOOOOOOOOH!
Atkara: Ha vinto premi nobel per la scienza sia per anni dove non è ancora nato, che per anni dopo la sua propabile morte di vecchiaia. Ha cinque anni in più del Boss, ma i colori della sua vita sono millemila volte di più. Ha un ciondolo paradosso, che è stato dato al Prof da un viaggiatore del tempo da 3000 anni nel futuro, ma che il viaggiatore del tempo ha trovato nelle macerie del laboratorio del Prof. E’ l’uomo più interessante del mondo… Pol Equis, la beve anche lui! Ta-ta! mette le gambe sul tavolo
Rallen: Ah, è uno stralunato come te?
Atkara: No. Siamo in campi diversi… Io sono più un’alchemista… lui è più un inventore e un roboticista.
Ledarna: E quanti robot ha costruito?
Burtis: Grunt.
Atkara: Ne ha costruiti tipo 100…
Rallen: Cen-too!?!
Atkara: Cento milioni… e mezzo!
Rallen: Caspiterina!
Ledarna: Kurwa.
Atkara: Perkele!

Rallen: Qualche giorno lo potremo andare a trovare!
Ledarna: Ottima idea, però vive lontano!
Atkara: Il Prof vive in una base sotterranea nell’isola di Tiibii.
Rallen: Tiibii?
Atkara: Un’isola semi-disabitata nel circolo polare artico, a nord della Russia.
Rallen: Più piccola della Sicilia?
Atkara: Più piccola di Palermo ma più grande di Elerica.
Rallen: Ah. mette le mani dietro la testa
Ledarna: Il boss ha i soldi… ci potrebbe portare!
Atkara: Chi lo sa.
Atkara va a parlare col Boss
Atkara: Boss?
Boss: Signorina Tilnova?
Atkara: Ci puoi portare qualche volta in vacanza a Tiibii?
Boss: Tbilisi?
Atkara: No… Tiibii. T I I B I I.
Boss: E dove si trova?
Atkara: Nel circolo polare artico, a nord della Russia.
Boss: Ah. Ed è una città?
Atkara: Un’isola. Un’isola più piccola di Palermo.
Boss: Ah. Vuoi andare a pesca?
Atkara: No… ci vive la mia celebrità preferita.
Boss: Un’attore? Un cantante?
Atkara: No. Si tratta del Prof. Guzekin. Lo scienziato più scienziato che c’è!
Boss: Ok. Vedremo che si potrà fare! Oh oh oh!
Atkara: Ma tu sei un po’ babbo natale?
Boss: No.

Boss: Sono un po’ tutto, dal Polo Nord fino al Polo Sud, fino allo spazio infinito!
Atkara: Ah. Mi piacerebbe incontrare degli alieni.
Boss: Una volta ne ho incontrato uno… e sono sicuro che una volta ne incontrerai uno anche tu.
Il Boss se ne va, e Atkara ritorna dov’era prima
Atkara: Ragazzi! Il boss ci porta tutti in vacanza a Tiibii!
Rallen: Yay!
Ledarna: E quando sarà che ci porterà in vacanza?
Atkara: Quando ci conviene a tutti.
Burtis: Gug.
Ledarna: Bu-urtis! Non parli quasi mai!
Burtis: In realtà io parlo un sacco… E’ solo che io sono un tipo serio che mi preoccupo di cose serie! Non serve parlare quando sei così macho! Macho macho machop! Ya ya ya! Mi chiamano Burtis “Strongman” Obunga per una ragione! Go go Pol Pot!

Rallen: Quelle bambine.
Atkara: Si?
Rallen: Saker Tort, Haya, e Azzy. Sono convinto che le rivedremo molto presto.
Ledarna: Oh, le hai già dato dei soprannomi?!

Narratore: Oggi è un bel giorno, un nuovo giorno splende sopra il ristorante “Le Polpette di Pol Pot”. Una turista dall’Armenia sta visitando il ristorante! Il suo nome è Aroush Halapsian.
Aroush: Sono io! Teeheehee! entra nel ristorante
Burtis: Gruff.
Ledarna: Scusate. Burtis è un po… duro.
Burtis: Duro? A chi lo dici duro! A me piace fare l’uncinetto!
Aroush: Huh. Tipi strani.
Ledarna: Heh. Strani… poi tanto non direi. Prego, siediti.
Aroush: Ok. si siede
Ledarna: Vuoi qualcosa di specifico?
Aroush: Ahh… Io vorrei i grissini col formaggio molle e la curcuma come antipasto. Le polpette alla paprika come primo piatto. E poi un mochi al cioccolato per dolce.
Ledarna: Arrivano subito!
Ledarna va in cucina
Rallen arriva a parlare con Aroush
Rallen: Ciao.
Aroush: Bari galust!
Rallen: Huh?
Aroush: Barev o Bari galust. Saluto armeno. Si rifaceva.
Rallen: Sei armena?
Aroush: Si. Nata e cresciuta ad Yerevan, insieme alle mie sorelline Shika e Kerli. Vuoi vedere una foto di famiglia?
Rallen: Perché no?
Aroush mostra una foto di lei, le sue sorelle, e i suoi genitori a Rallen
Rallen: Quindi, tu ti chiami…
Aroush: Io sono la mitica, e inimitabile, Aroush Halapsian!
Rallen: Aroush! Che bel nome! Comunque, io sono Rallen. Tu devi essere la prima turista in questo ristorante!
Aroush: Si. Che sollievo! Mi piace così tanto. Se potessi, andrei qua tutti i giorni.
Rallen: Ah. Ma… non hai ancora mangiato nulla!
Aroush: No, no, ma che capisci! Intendo… intendo l’anima del posto!

Aroush: Comunque, tu saresti Rallen… Rallen… tatore?
Rallen: ahahahahahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rallen: No… sarei… Rallen Ostrodono.
Aroush: Rallen Ostrodono? Che nome! Sembra un nome da protagonista!
Rallen: E un po’, io, protagonista lo sono.
Aroush: Mon cheri! Inch’pes hmayich’!
Rallen: Huh?
Aroush: Beh. Diciamo che sei molto affascinante…
Rallen: Grazie.
Aroush: Lavori qui?
Rallen: Sono il lavapiatti. Qui ci sono anche i miei grandi amici! Atkara è la cuoca, Ledarna la cameriera, Burtis il buttafuori…
Aroush: Buttafuori? Tipo un boss?
Rallen: No. Burtis è un generico uomo di forza. Apre i barattoli quando Atkara è troppo debole.
Aroush: Ahahaha!
Rallen: Yeah.

Aroush ha finito di pranzare
Aroush: Aaaah! Che sollievo!
Atkara: Ehehehe! Pranzo di tuo gradimento!
Aroush: Yeah. Tu saresti Atkara, giusto?
Atkara: Si.
Aroush: Sei del Kazakistan?
Atkara: Sono uzbeca! Hehehe!
Aroush: Ah. Il mio nome è Aroush e io sono armena.
Atkara: Non incontro un’armena da anni!
Aroush: Si?
Atkara: L’ultima volta che ho incontrato armeni era ad una convention scientifica post-sovietica.
Aroush: Sei anche una scenziata?
Atkara: Sono un’alchemista.
Rallen: Ti troverai bene visto che qua siamo tutti stranieri tranne me.
Aroush: Huh?
Rallen: Ledarna è polacca, Burtis nigeriano…
Aroush: Ah.
Burtis: Grug.
Aroush: La prossima volta che posso andare in vacanza in Italia, torno di nuovo.
Rallen: Ok. Vi riaspettiamo!
Aroush: Hayastan salameykum!
Ledarna: Salame y kum? Ma che…
Aroush: A dir la verità non so che significhi nemmeno io.
Aroush & Ledarna & Rallen: Eheheehehe!
Aroush: Sono un po’ pazzerella… lo sanno tutto…
Burtis: Grahg.
Atkara: Forse il prof ha qualche aggeggio per farci incontrare più spesso.
Aroush: IL Prof?
Atkara: Il Prof. Guzekin. Vive in un laboratorio sotterraneo a nord della Russia.
Rallen: Il Boss vorrebbe che noi lo andassimo a trovare.
Atkara: Magari andrà lui da noi!
Aroush: Dovrei invitarvi tutti quanti in Armenia! Hayastan alé!
Rallen: Comunque la volta scorsa, noi abbiamo incontrato tre gemelle!
Aroush: Tre gemelle?
Rallen: Si. E lo sai come si chiamavano?
Aroush: Qui, quo, e qua?
Rallen: No.
Ledarna: Ma che, hai imparato l’italiano leggendo fumetti disney?
Aroush: No. Io di solito li leggo in Klingon o in Matrix. Ma dentro di me ho un qualche cosa che mi dice che certe cose sono giuste da dire perché io sono la persona giusta. Credo che succedi pure a tutti voi…
Ledarna: Hanno basato un conlang sul film Matrix?
Atkara: Si… lo ha inventato il prof.
Aroush: Ah. Questo prof avrà inventato di tutto!
Atkara: Di tutto… e anche di più! Hehehehehe!
Rallen: Comunque, le tre gemelle si chiamavano Sakartvelo, Hayastan, e Azerbaycan.
Aroush: Huh. Questo prova che nel Caucaso, in fondo in fondo noi abbiamo molte similitudini… tre nazioni, tutte e tre ricche come un maiale!
Ledarna: Il loro papà si chiama Turkiye e la loro mamma si chiama Iran.
Aroush: Tee hee! Khaghaghut’yun, arevelk’!
Atkara: Comunque… un giorno dovresti provare a leggere i fumetti disney in Proto-Eden, anche conosciuto come Orinoorinoori…
Aroush: Lo terrò a mente! Kupo!

In una camera da letto
Boss: Oh, Prof.
Prof: Oh, Boss.
Boss: Sei molto carino, lo sai?
Prof: Si… anche tu.
Boss: Prof. Ti amo.
Prof: Anch’io.
Boss: Togliamoci i vestiti! tira il camice del Prof
Prof: Ehi! butta il camice per terra e si mette il cappello del Boss
Prof: Ey, come mi stà?
Boss: Benissimo! spinge il Prof sul letto e lo bacia
Prof: O moya nauka!
Boss: MI sono innamorato di te dalla prima volta che ti ho visto.
Prof: Anch’io.
Boss: Si. Ichkariga kiraman…
Il Boss sbottona la camicia del Prof, salendo su di lui
Prof: Ahi! Togliamoci le scarpe, prima!
Boss: Beh, ho sempre voluto fare una cosa…
Il Boss toglie le scarpe del Prof, e poi toglie le sue scarpe, mettendole sul comodino
Prof: Cosa hai intenzione di fare, nemnogo moshennik?
Boss: Aspetta e vedrai, mio piccolo!
Prof: Non sono piccolo!
Boss: Si che lo sei!
Prof: No
Boss: Si
Prof: No
Boss: Si
Prof: No
Boss: Si
Prof: No
Boss: Si
Prof: No
Boss: Si
Prof: Perkele!
Boss: Mi piace quando dici così. E’ così sexy. Pe… erkele.
Prof: Si. Chiude gli occhi
Boss: Oh, iridescent jo’jalar…
Prof: Ooh…
Boss: Le mie polpette preferite sono quelle all’avocado! Bazinga!
Zoom out verso un libro nelle mani di Atkara. Rallen, Ledarna, e Burtis la stanno guardando
Atkara: Allora, ragazzi, vi è piaciuta la mia do’stlikfantastika?
Rallen: Dost-che?
Atkara: Do’stlikfantastika. Il mio termine per una fanfiction su di persone veramente esistenti.
Rallen: Mi è piaciuta, ma sono sicuro che il Boss si infurierà.
Atkara: Beh ti giuro che nell’Uzbekistan questa è cosa di tutti i giorni…
Ledarna: Cosa, scrivere fanfiction sul tuo boss che si mette col tuo idolo?
Atkara: No. Intendo quello che succede dentro. Nell’Uzbekistan tutti parlano di avocadi.
Rallen: Si tratta di cultura tradizionale uzbeca?
Atkara: Beh, non proprio. Deriva tutto dal videoclip ufficiale di “Yo Pluton Yo” della nota band kirgiza, Oriental Band.
Rallen: Oriental Band! Una volta le ho ascoltate. Sono bravissime. Sia come mucisiste che come difensrici di Plutone!
Rallen: Una volta volevo un poster di Mec Lunic.

Burtis: Grug.
Ledarna: Quindi se è una cosa kirgiza è pur sempre dell’Asia Centrale…
Atkara: E’ una cosa plutoniana.
Ledarna: Che? Credevo che Plutone fosse disabitato…
Atkara: Un tempo, la magia regnava, e ogni pianeta aveva una sua famiglia regale di solo femmine.
Rallen: Quindi i maschi non c’erano?
Atkara: No. Non c’erano. Le figlie nascevano grazie ad un cristallo, il Brolis Dzala, che è fatto di un’energia magica, la Varsk’otsneba.
Rallen: Broccolis? Wars cottone bah bah? Ma che lingua è? Plutoniano?
Atkara: No… E’ Kartliano. La lingua franca della magia, e quindi anche la lingua franca tra i regni planetari.
Ledarna: Ah! Quindi è tipo, una lingua mixata tra le lingue dei vari pianeti, creata per channelare la magia?
Atkara: No. Si tratta di una lingua naturale terrestre, parlata in Georgia. No, non lo stato degli Stati Uniti, ma la nazione, ovvero… saKartvelo.
Ledarna: Ah. Ne ho sentito parlare. Dev’essere un luogo fantastico!
Atkara: Ci puoi scommettere! Kupo!
Rallen: Uno per tutti, tutti per uno!
Burtis: Grug.
Ledarna: Che poi la Georgia e l’Armenia – saKartvelo e Hayastan – sono anche molto vicine.
Atkara: Si. Si tratta sempre di paesi del Caucaso.
Rallen: Gli stessi nomi delle tre gemelle!
Ledarna: Magari Aroush ci porterà anche la.
Atkara: Ne sono sicura.
Rallen: Yeah.
Ledarna: Comunque, Atkara, la fanfiction era molto divertente!
Atkara: Si, lo so.
Rallen: Ma nel regno di Plutone non ci sono avocadi…
Atkara: L’avocado è il simbolo di un potente evento passato.
Ledarna: Huh?
Atkara: Sconfitta di una minaccia. Plutone era in guerra contro il pianeta Host!
Rallen & Ledarna: Aaah!
Ad un tratto la fatina Pec svolazza dentro il ristorante
Pec: Ciao ragazzi! Vi ho sentito parlare delle mie mitiche amiche.
Atkara: Si. Una volta ho letto un trattato sulla magia, scritto proprio dal Prof. Guzekin!
Pec: Ah, lo ricordo. Mi sa che fra un po’ andranno perfino a fare un concerto proprio in questo ristorante.
Rallen: Sarebbe bellissimo incontrarle!
Pec: Forse saranno loro a voler incontrare te.

Narratore: E’ un’altra tranquilla giornata alle Polpette di Pol Pot.
Rallen: Augh. Persone che vanno, persone che vengono.
Ledarna: Si, Rallen.
Ad un tratto, la porta si apre. Si tratta di Turkiye Enpau.
Ledarna: Ciao, signor Enpau. Hai bisogno di qualcosa? Come stanno le figlie?
Turkiye: Adesso, non ho bisogno di niente in particolare, ragazzi miei.
Burtis: Grub.
Atkara: Quindi sei solo venuto a visitarci…
Turkiye: Vi voglio invitare a Lettonia, ma non Lettonia la nazione… benzì Lettonia il negozio di materassi.
Rallen: E come mai mi vuoi invitare in un negozio di materassi?
Turkiye: Io e Iran ci lavoravamo sin da quando avevamo tredici anni. Piano piano, siamo saliti di rango, e da oggi, io sono il CEO del negozio di materassi.
Ledarna: Vabbé, mi sembra una cosa molto innovativa.
Rallen: Si va a Lettonia!
Ledarna, Rallen, Atkara, Burtis, e Turkiye escono dal ristorante e partono con la macchina di Turkiye. Alla fine, arrivano al negozio di materassi “Lettonia”.
Rallen: Quindi questo sarebbe “Lettonia”, huh?
Turkiye: Yee-haw! Questo “bad boy” può contenere più di millanta materassi! Oy vey!
Iran, Saker Tort, Haya, e Azzy escono da Lettonia
Iran: Benvenuti!
Rallen: Ciao a tutti!
Azzy: Ciao frickface!
Iran: Comunque oggi sono venute pure due turiste! Due sorelle dall’Armenia!
Ledarna: Armenia?
Iran: Si.
Rallen: Per caso una di loro si chiamava Aroush?
Iran: Si, la grande si chiamava Aroush e la piccola si chiamava Kerli.
Rallen: Aaah!
Haya: Yay ragazze armene!
Rallen: Comunque io ho dato dei soprannomi alle piccole.
Turkiye: Sentiamo.
Rallen: Sakartvelo si chiama Saker Tort, Hayastan si chiama Haya, e Azerbaycan si chiama Azzy.
Azzy: Haa haa! Saker Tort!
Haya: Non è poi un nome così ridicolo…
I protagonisti e la famiglia Enpau entrano a Lettonia
Rallen: E’ meraviglioso!
Ledarna: Se si vuò, possiamo provare i materassi.
Haya: si butta su un materasso E’ come una nuvola!
Turkiye: Vedo che ti piace, eh!
Atkara: E poi possiamo andare a vedere Aroush.
Rallen: Penso che lei e Kerli siano ancora qua vicino.
Iran: Noi cinque rimaniamo qui. Voi perlustrate il negozio!
Ledarna: Però, questi materassi starebbero benissimo nel dormitorio del ristorante!
Turkiye: Ve li regalo!
Burtis: Gurg.
Ledarna, Burtis, Rallen, e Atkara si aggirano per Lettonia, e alla fine incontrano una faccia molto familiare…
Aroush: Barev!
Rallen: Barev, Aroush! Amici, questa è Aroush Halapsian.
Ledarna: Io sono Ledarna.
Atkara: Fufufufu! Io sono Atkara!
Burtis: E io sono Burtis. Goob Goobaga!
Aroush: C’è una persona che voglio presentarvi. La mia sorellina Kerli è qua con me.
Kerli: Bubu!
Rallen: Ciao, piccola Kerli. Io sono Rallen. Loro sono Ledarna, Atkara, e Burtis. I miei nuovi amici.
Kerli: Io NON sono piccola!
Rallen: Quindi… avete deciso di rimanere qua?
Aroush: Mi ha invitato una fatina di nome Pec.
Ledarna: Ah. L’abbiamo incontrata anche noi.
Burtis: Grub.
Rallen: Ma… non c’éra anche una terza sorella?
Aroush: Tecnicamente, io sono la prima sorella, e Kerli è la terza sorella. La seconda sorella si chiama Shika, di cinque anni più piccola di me, e cinque anni più grande di Kerli.
Kerli: Shika mi manca un po’. E’ dovuta andare via qualche mese fa. Ora vive in Russia con la sua fidanzata online.
Atkara: Si tratta di una parte lontana della Russia?
Aroush: Dall’altro lato della Russia, nella penisola Kamchatka.
Ledarna: Un mondo multietnico, anche il vostro!
Aroush: Si. Yerevan sta avendo ondate di immigranti filippini e indiani. Magari un giorno gli armeni di origini estere supereranno i nostri.
Ledarna: Io a volte temo che l’Armenia venga completamente annessata dal Nagorno-Karabakh.
Aroush: Vero…
Rallen: Quindi, voi fate cose interessanti in Armenia?
Aroush: Si. Tipo, noi facciamo le pedine da scacchi umane!
Ledarna: Ah. Sembra interessante.
Kerli: Lo è! Io sono uno dei pedoni, e Aroush è la regina.
Aroush: Aroush, regina… no, imperatrice! Imperatrice del glorioso Sfarfallante Impero Hayastanico! Yee-haw!
Rallen: Macché, dicono tutti yee-haw oggi?
Atkara: Si.

Narratore: E’ un giorno “armenioso”, qui alle Polpette di Pol Pot.
Boss: Ragazzi, ho una sorpresa per voi!
Rallen: Di che si tratta?
Burtis: Gurg.
Boss: Andremo al laboratorio del Prof Guzekin!
Atkara: SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Burtis, Rallen, Ledarna, Atkara, e il Boss escono dal ristorante ed entrano nella macchina del Boss

Nell’isola di Guzekin
Rallen: Brr! Fa molto freddo!
Ledarna: Ovvio che fa freddo, signorino! Siamo nel circolo polare artico!
Atkara: Fra un po’ incontreremo il Prof!
Burtis: Grug.
Rallen: Però! Non vedo l’apertura!
Atkara: Ci dovrebbe essere una botola!
Ledarna: Sarà da qualche parte…
???: BZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZT!!!
Rallen: Che cos’è stato!
Ledarna: Spero solo un moschino di mosca…
Atkara: Sarà qualche aggeggio del professor Guzekin!
Boss: Forse era meglio rimanere a casa.
Rallen: No, Boss! Questo è un giorno da eroi.
Atkara: PROF!
???: Chi mi chiama?
Atkara: Ragazzi! Ragazzi! E’ la voce del Prof!
E fra tutta la neve, una botola si apre
Ledarna: Si è aperta!
Burtis: Gurg.
Il Prof sale dalla botola
Atkara: PROF!!! abbraccia il Prof
Prof: Tee-hee! La mia più grande fan, Atkara Tilnova! Ti vedo così cresciuta!
Atkara: Sono un genio per la mia età!
Prof: Se sei un genio allora come mai fai la cuoca -_-
Atkara: Perché se non accettavo, l’universo si rompeva in mille pezzi.
Prof: Vero… destino è destino.
Rallen: Io sono Rallen.
Ledarna: E io, Ledarna!
Burtis: Gurg. Sono Burtis.
Boss: E io sono il Boss.
Atkara: Una volta io ho scritto una fanfiction dove tu avevi una relazione romantica con il Boss.
Prof: E di cosa si parlava?
Atkara: Di… di… arrossisce di… avocadi. Si, avocadi.
Prof: Avocadi?
Atkara: Riferimento all’antica guerra interplanetaria tra Host e Plutone.
Prof: Ah. Io un tempo l’ho studiata. Ho scoperto che Host ha quattro eroi predestinati, ma che una di loro nascerà solo in attorno un millennio.
Atkara: Quattro eroi predestinati?
Prof: Kynata Hann, o “La Regina”. Tanan Hastin, o “Il Re”. Priscilla Wynn, o “L’Ancella”. Todd Senna, o “Il Cavaliere”.
Rallen: Magari un giorno li incontreremo.
Prof: Comunque io ho avuto un problema con una delle mie nuove invenzioni. Volete venire ad aiutarmi?
Atkara: SIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Atkara, il Boss, il Prof, Rallen, Ledarna, e Burtis scendono nella botola

Prof: Guarda! La mia nuova invenzione ha scaturito un portale nell’immensità, e dei piccoli mostriciattoli alieni sono arrivati, e mi hanno mangiato tutti i marchingegni!
Atkara: E non sai come chiuderlo…
Prof: Si ma lo sa come sono i bambini piccoli!
Boss: Non ti preoccupare. I mostri li catturiamo noi e io li metto nel mio cappello.
Rallen: Ci sto!
Boss: Bravi, ragazzi!
Rallen: Dattebayo!
Rallen cattura un mostro rosso e uno arancione. Ledarna cattura un mostro azzurro e un mostro viola. Burtis cattura un mostro nero e un mostro giallo. Atkara cattura un mostro verde e un mostro bianco. Il Boss cattura un mostro blu e un mostro grigio. Tutti i mostriciattoli entrano nel cappello del Boss, mentre il Prof aggiusta la sua nuova invenzione.
Prof: Tutto fatto!
Boss: Adesso cosa facciamo con questi mostri?
Prof: Gli metto dei collarini e diventeranno i miei aiutanti! Quello rosso si chiama Pop, quello arancione si chiama Pup, quello azzurro si chiama Pip, quello viola si chiama Pep, quello nero si chiama Pap…
Boss: Ey, sento una senzasione strana nel mio cappello… Il Boss si toglie il cappello e scopre che i dieci mostri sono diventati un unico mostro! Il Prof si prende il mostro e lo abbraccia
Prof: E sai che dico? Questo mostro da ora in poi sarà mio figlio… e si chiamerà Poppun… Poppun Vidcundov Guzekin…
Ledarna: Ti chiami Vidcund?
Prof: Si. Sono stato io a creare Stranizia e ad hackerarla dentro The Sims 2! Fufufuffufu!
Rallen: Oh, quante memorie…
Prof: Comunque, ragazzi miei, visto che mi avete aiutato, da ora in poi sarete i miei aiutanti, e potrete avere qualunque delle mie invenzioni voi desiderate!
Il giorno dopo, alle Polpette di Pol Pot
Atkara: Un traduttore automatico, un teletrasportatore che ci può portare ovunque vogliamo, e anche un aiutante robot! Vi presento T6!
Atkara accende T6
T6: S4lv3, m131 c0ll3gh1! 1l m10 n0m3 3’ T33-s1x. C0m3 st4t3?
Rallen: Bene, grazie.
Ledarna: Sarebbe perfetto un nuovo aiuto.
Burtis: Gurg.
Rallen: Quale sarà il suo ruolo?
Atkara: Sarà una specie di telefono vivente, quindi se qualcuno ci chiama, risponderà sempre T6. Poi grazie a T6, il ristorante sarà sempre pulito e controllabile, quindi Rallen e Burtis non avranno più bisogno di lavorare qua.
Burtis: Gurg?!?
Rallen: Noi rimarremo ma solo in caso servano nuove missioni! All’arrembaggio!

Narratore: E’ una giornata molto armeniosa come tutti i giorni alle Polpette di Pol Pot!
Rallen: Allora, che si fa oggi?
T6: P0ss14m0 f4r3 d1 tutt0!
Atkara: Io a volte credo che ti manca un po’ Aroush.
Rallen: Ma come fa a mancarmi! La conosco da tipo… sarà meno di una settimana!
Ledarna: Possiamo pur sempre farle una sorpresa!
Burtis: Gurg.
T6: P3rch3’ n0n 4nd4t3 4 v1s1t4rl4 c0l t3l3tr4sp0rt4t0r3?
Rallen: Ottima idea, ragazzi!
Rallen, Ledarna, Atkara, e Burtis sono nel backstage del ristorante e salgono sul teletrasportatore
Rallen: Si parte!
Atkara: Uno, due, tre… VIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rallen, Ledarna, Atkara, e Burtis finiscono ad Yerevan, capitale dell’Armenia
Rallen: OO-kay, adesso dobbiamo trovare Aroush.
Ledarna: Scommetto che è più vicina a quanto pensiamo.
Una ragazza dai capelli blu si avvicina ai nostri eroi… ma è Aroush?!?
Rallen: Ma te sei Aroush?
Capelli blu: No, sono Arianna!

Capelli blu: Ma certo che sono Aroush!
Ledarna: Siamo venute a trovarti!
Aroush: E come avete fatto ad arrivare fin qua, nel glorioso Hayastan?
Atkara: Abbiamo il teletrasportatore del professor Guzekin!
Aroush: Ah! Il professor Guzekin! Io ho sentito che poco fa ha avuto un figlio alieno!
Rallen: Si! Ma prima erano tipo dieci alieni! Ma noi li abbiamo catturati e loro si sono fusi in un unico alieno.
Burtis: Gurg.
Aroush: Vi porto a casa. Devo andare a prendere mia sorella Kerli così noi facciamo scacco umano insieme.
Rallen: Ah.
Atkara: Ho sempre desiderato fare lo scacco umano!
Rallen, Ledarna, Atkara, Burtis, e Aroush arrivano a casa di Aroush
Aroush: Eccoci a casa. E’ un vecchio commieblock sovietico, ma l’ho decorato per farlo sembrare molto più vivace.
Atkara: Ma scherzi? A me i vecchi commieblock sovietici PIACCIONO!
Ledarna: De Gustibus.
Kerli: Sorellona! Nuovi amici di Sorellona!
Rallen: Ciao, piccola Kerli! Come stai?
Kerli: Molto bene. Oggi non mi voglio separare da Aroush.
Ledarna: Quindi, vi preparate qui?
Burtis: Gurg.
Aroush: Si, ci prepariamo qui, ma ho anche vestiti per voi.
Kerli: Aroush spesso da vestiti extra ai turisti.
Rallen: Dattebayo!
Rallen, Ledarna, Atkara, Burtis, Aroush, e Kerli si vestono nei loro ruoli
Ledarna: Tutto fatto!
Aroush: Si può quel che non può!
Kerli: Adesso scendiamo e andiamo alla scacchiera gigante nel cortile del prestigioso liceo Evipmind Kanaryan.
Rallen, Ledarna, Atkara, Burtis, Aroush, e Kerli, e altri scacchisti, arrivano nel cortile del liceo
Kerli: E ora si che si và! Chessagroutyun!
Aroush: Chessagroutyun anche a te, sorellina!
Boss di Aroush: E ora, comincia la partita! Vedo che hai portato nuovi amici! Che ruolo hanno?
Aroush: Io sono la regina bianca, Rallen il re bianco, Burtis è una torre, Ledarna è un alfiere, Atkara e Kerli sono pedoni.
Atkara: Aroush? Sono davvero così bassa?
Kerli: Atkara ha la stessa differenza di altezza sia con me che con mia sorella.
Atkara: Vero. Si potrebbe dire così.
Boss di Aroush: E quindi, si parte!
Pedone bianco 1: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone nero 1: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone bianco 2: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone nero 2: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone bianco 2: Mi sposto a destra di una casella.
Pedone nero 2: Mi sposto a destra di una casella.
Torre bianca 1 (Burtis): Mi sposto in avanti di una casella, e poi a destra di una casella.
Pedone nero 4: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone bianco 3 (Atkara): Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone nero 5: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone bianco 1: Mi sposto a destra di una casella.
Pedone nero 6: Mi sposto in avanti di una casella.
Alfiere bianco 1 (Ledarna): Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone nero 7: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone bianco 3 (Atkara): Mi sposto a destra di una casella.
Pedone nero 8: Mi sposto in avanti di una casella.
Alfiere bianco 1 (Ledarna): Mi sposto in avanti di due caselle.
Pedone nero 2: Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone bianco 4 (Kerli): Mi sposto in avanti di una casella.
Pedone nero 2: Glorioso sacro drago imperatore dai colori della bandiera dell’Armenia con occhi della bandiera della Georgia e interno delle ali della bandiera dell’Azerbaigian! Scelgo te! prende una carta bootleg di Yu-Gi-Oh e la infila nella bocca di Ledarna
Boss di Aroush: Hekatombolus Ghapjenardraghutyunyunyan! Lo so che lo sai che questa NON E’ una mossa degli scacchi! Non è nemmeno una vera carta di Yu-Gi-Oh!
Hekatombolus: Yes hay yem, pttum yem kanonnery!
Boss di Aroush: Lo so, sono armeno anch’io.
Aroush: Beh. Si sa. Ma Ledarna è polacca, no? Toglie la carta di Yu-Gi-Oh dalla bocca di Ledarna Quindi, per lei dovrebbe contare!
Ledarna: Si può dire che, si, quando mi hai messo la carta nella bocca, mi ha dato schifo. Bleah!
Rallen: Ovvero, “Kurwa”!
Atkara: Perkele!
Ledarna: Non ricominciare!
Rallen, Atkara, & Aroush: HAHAHAHAHAHAHA!

Narratore: E’ una sera come tante, alle Polpette di Pol Pot. Nel dormitorio sopra il ristorante, Ledarna, Atkara, Aroush, Kerli, Saker Tort, Haya, e Azzy stanno avendo un pigiama party.
Atkara: Guardate, ragazze! Il Prof ci ha menzionato su Science Weekly!
Azzy: Tu sembri adorare questo Prof molto.
Atkara: Io lo trovo l’uomo più interessante al mondo.
Aroush: A me piacerebbe incontrarlo.
Kerli: Anche a me. Io giocherei con il piccolo Poppun tutti i giorni.
Haya: Poppun sta crescendo molto velocemente!
Azzy: Forse supererà noi tre in altezza!
Kerli: Di sicuro supererà Atkara!
Atkara: Non sono bassa!
Ledarna: Ey! Non datele un complesso di bassezza!
Atkara: Leda, lo so già di essere bassa, perkele!
Saker Tort: Come mai dici perkele se non sei finlandese?
Atkara: Non lo so! Lo dico e basta!
Haya: Ma che sei, una sfera ebbasta?
Kerli: NO!

Kerli: E’ un cubo ebbasta…
Haya: Piramide ebbasta!
Kerli: C’è la piramide di Cheope, Nefer, Micerino, Hayakhamon, Armefertiti, Cleopatra, Morte Azerbaggiosa…
Haya: Morte Azerbaggiosa? Ma quale faraone si chiama morte azerbaggiosa!
Kerli: Il faraone che pose la fine dell’Azerbaigian! O la nascita.

Kerli: L’Azerbaigian è più giovane della Coca Cola!
Atkara: Vero. Prima c’era l’Albania Caucasica!
Azzy: Albania? Tipo quella dei Baltici?
Haya: Hanno bevuto la Coca Cola e quindi sono immigrati ai Baltici quando sono stati rimpiazzati dall’azerbaggioso Azerbaigian!
Ledarna: Intendi dire Balcani non Baltici.
Haya: STESSA COSA! da un calcio a Ledarna
Atkara: L’Albania Caucasica non centra niente con l’Albania Balcanica, ovvero quella odierna, che poi non si chiama nemmeno Albania, ma Shqiperia.
Haya: Che nome buffo! Shqip shqip shqip!
Kerli: Concordo con te, strana bambina che si chiama come il nostro paese…
Haya: Non sono strana…

Aroush: Oooh, esonimi.
Saker Tort: A volte vorrei che i miei mi avessero preso a chiamarmi Georgia invece che Sakartvelo.
Haya: Oh, non te ne preoccupare, sorellona cara.
Kerli: In realtà l’Armenia si chiama Hayastan!! Proprio come te!!
Atkara: Il nome Albania Caucasica, deriva dal suo esonimo armeno, Aghvank.
Aroush: Si… Aghvank.

Aroush: Ey, quale pensi che sia stato l’endonimo di Aghvank?
Haya: Forse pancake… o glottolcake RAINBOWCAKE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Aroush: A proposito di “Cake”, a quest’ora preferirei un khatchapuri ad una saker tort. Niente dispetto alla piccola Enpau, ovviamente!
Ledarna: Anch’io.
Atkara: Siamo in tre.

Ad un certo punto, Fioranagh si teletrasporta nel dormitorio
Fioranagh: Hi, cailíní.
Kerli: Ciao tipa strana!
Haya: Ma che, tu chiami strana a tutte?
Fioranagh: Oh, che dispetto! Ma non mi sono presentata! Io sono Fioranagh!
Atkara: Fioranagh? La leggendaria Dea Celtica?
Fioranagh: Esatto!
Ledarna: Da quello che si era capito, volevamo sapere l’endonimo di Aghvank ovvero Albania Caucasica.
Fioranagh: Si chiamava Udinystan, e si sarebbe chiamato Udinystan anche oggi se fosse rimasto dai tempi antichi. Io ho tentato a far si che Udinystan si salvasse dalle grinfie del califfato. Sono riuscita a far sopravvivere la Georgia e l’Armenia, ma non l’Udinystan, che diventò l’Azerbaigian.
Atkara: Ah. Come ho sempre pensato.
Fioranagh: Ma le nazioni sono anche ninfe e sono mie amiche. L’Azerbaigian stessa è una specie di adolescente ribelle che mi ricorda un po’ com’era Udinystan ai tempi che fu.

Azzy: Quindi… C’E’ UNA AZZY CHE E’ DAVVERO L’AZERBAIGIAN!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Fioranagh: Cruinn.
Aroush: Sarebbe bello andarle a conoscere.
Fioranagh: E le conoscerai molto presto.
Fioranagh sparisce nel nulla

Saker Tort: Woah! Ho incontrato una dea!
Haya: Aspetta fino a che vedrai il vero trio del Caucaso.
Atkara: Ricordate quando Jane Crocker è andata in Trickster Mode e ha detto “I’m feeling C A U C A S I A N!”?
Ledarna: No… Chi è Jane Crocker?
Atkara: Un personaggio di Homestuck.
Ledarna: Io non leggo Homestuck.
Aroush: Io ne ho sentito parlare su Internet. Una volta qualcuno su Instagram ha voluto che facessi un cosplay di Jade Harley.
Atkara: Allora quando Jane Crocker è diventata Trickster Mode e ha detto “I’m feeling C A U C A S I A N!”, intendeva che si sentiva come il trio del Caucaso?
Haya: Si, ovvio.
Aroush: Tee hee! mette la mano davanti alla bocca
Ledarna: Prima una fatina, e poi una dea…
Atkara: Mi sa che il Boss ha in mente cose in grandi per noi!
Aroush: Sarebbe una bella idea! Potremmo diventare difensori dell’universo e lasciare il ristorante ai robot!
Kerli & Haya: SIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Narratore: E’ un’altra giornata azerbaggiosa qui alle Polpette di Pol Pot!
Rallen: Ey ragazzi!
Burtis: Gurg.
Ledarna: Che c’è? Sei pensoso di Aroush?
Rallen: Si… un po’…

Rallen: Vi ricordate come un po’ di giorni fa, è entrata la fatina Pec nel ristorante?
Atkara: Si. Come faccio a non dimenticarlo?
Rallen: Vero. Comunque, la fatina Pec ci ha detto che si terrà un concerto dell’Oriental Band!
Ledarna: Yeah!
Rallen: Beh, questo concerto si tiene oggi, e noi non doviamo mancare!
Atkara: Vero.
Ledarna: Chissà se c’è Aroush!
T6: H0 pr0cur4t0 b1gl13tt1 p3r tutt1!
T6 porge quattro biglietti. I ragazzi se ne prendono uno a testa… e io, che sono mezzatesta?
Rallen: Grazie quinque, T6!
Atkara: Jet, set, go!

I quattro amici si recano in piazza, ma è molto affollata…
Rallen: Perdincibacco, ma che gran casino!
Ledarna: Così tanti turisti!
Atkara: Ci sarà stato qualche incidente stradale…
Rallen: Ey! Quella turista io la riconosco!
si intravede Aroush passeggiando nel marciapiede
Rallen: Aroush!
Aroush: Rallen!
Aroush corre contro di Rallen e lo abbraccia
Rallen: Sei venuta fin qua a Palermo da Yerevan!?
Aroush: Il Prof mi ha prestato un teletrasportatore, così sarò sempre pronta per azzerbarmi contro demoni malvagi ed invasori alieni.
Rallen: Aah, non dovevi!
Aroush: A volte devo, a volte no. E’ questa la vita della folla.
Burtis: Gurg.
Ledarna: Per caso mi sai dire da cosa deriva questo blocco?
Nel frattempo Pec svolazza fino ai nostri amici!
Rallen: Ciao Pec!
Pec: C’è un conflitto con l’Ucraina.
Ledarna: Che tipo di conflitto?
Pec: Avete sentito che in Ucraina le canzoni di Al Bano sono state bannate, ed Al Bano stesso è bannato a vita dall’entrare in Ucraina, perché si pensava che Al Bano supportasse la Russia?
Rallen: Si. Era su tutti i giornali poco fa.
Aroush: Ah, questi post-sovietici coi loro conflitti. E io ne so qualche cosa.
Pec: Si. Non è pacifico quanto i tempi in cui sono nato e cresciuto, nel periodo d’oro Plutoniano.
Burtis: Gurg.
Pec: Basicamente, Mec ha più russi che ucraini come follower su Twitter. Poi c’è anche che la band si chiama Oriental e la Russia è ad est. Quindi hanno pensato che la band fosse pro-Russia. Ovviamente, L’Ucraina in persona sta male per questo.
Aroush: Oh mia Fioranagh…
Pec svolazza via
Rallen: Quindi mi sa che il concerto non si farà.
Aroush: Ts’tesut’yun!
Rallen: Ts’tesut’yun anche a te!

ristorante “Polpette di pol pot”

Rallen

Oh. Non sembra che sia passato così tanto tempo da quando ci siamo incontrati per la prima volta.

LEDARNA

Perché non era così tanto tempo. Sarà stato tipo due settimane.

BURTIS

Gurg.

ATKARA

Si. Ne abbiamo vissuto delle belle.

RALLEN

Potremo andare in vacanza al mare e invitare Aroush.

ATKARA

Invitare Aroush? Ma intendi lei? Aroush Halapsian? Ma a me pare che arriva da noi sempre, anche se non la invitiamo.

RALLEN

Si. E’ come se fosse una stalker.

LEDARNA

No, tranquillo, non ti sta stalkerando.

ATKARA

Secondo me ti ama

RALLEN

Ma che dici, non é vero… e se lo fosse? Oh mio Plutone, mi sono innamorato!

T6

4l r4g4zz0 s3rv3 un4 v4c4nz4!

LEDARNA

Concordo.

rallen

Si parte!

auto di atkara

RALLEN

Ma com’é che devi guidare tu?

ATKARA

Elementare, plutoncino. Tu hai solo un motorino. Burtis guida troppo sfrenatamente. E non volevo fare la figura della “piccola” con Ledarna.

LEDARNA

Ma non sei piccola!

RALLEN

Lo sa, lo sa…

In spiaggia

RALLEn

Ah, che mare bellissimo. E che sole stupendo.

BURTIS

Gurg.

LEDARNA

Pronti per abbronzarvi?

ATKARA

Magari scorgeremo perfino la testolina di Aroush!

RALLEN

Vero, a volte sembra che la incontriamo nei posti più disparati.

LEDARNA

Ma siete ossessionati con sta Aroush!

RALLEN

No! E’ la verità! Su tre volte che incontriamo una persona, una volta é la famiglia Enpau, l’altra é Aroush, e l’altra ancora un personaggio crossover!

LEDARNA

Cos’é un personaggio crossover?

ATKARA

Elementare, plutoncina! Rallen ha appena rotto il quarto muro.

Atkara, Rallen, Ledarna, e Burtis vanno a fare il bagno e si rilassano, mentre qualcuno si avvicina a loro… non sorprendentemente, si tratta proprio della signorina Halapsian!

AROUSH

Ben ritrovati!

RALLEN

Ma che ci fai quà?

AROUSH

Fioranagh mi ha detto che questo era l’ultimo episodio della prima serie di “Le Polpette di Pol Pot”!

RALLEN

Cosacosacosa?!?

AROUSH

Rompere il quarto muro, aw yeah!

Dopo essersi fatto il bagno, Rallen, Ledarna, Burtis, Atkara, e Aroush, vanno a prendersi il sole, riposandosi molto vicini.

Ad un certo punto, Rallen vede buio… Thibak si é posato sulla sua faccia e lo ha avvolto con i tentacoli.

AROUSH

Rallen!? Hai un polpo strano sulla faccia.

MARICHAL

Non é un polpo… é… é il mio futuro suocero.

AROUSH

Futuro suocero?

RELNA

Beh, non proprio. E’ il mio fidanzato Thibak, e proviene dal pianeta Thab.

AROUSH

Sei fidanzata con un alieno?

RELNA

Si. Comunque il mio nome é Relna e lei é la mia migliore amica Marichal.

LEDARNA

E’ come la famiglia Smith in sims 2!

MARICHAL

Siamo amiche fin dall’infanzia.

Aroush toglie Thibak dalla faccia di Rallen.

AROUSH

Ralls, pensi che ci fidanzeremo?

RALLEN

Può essere… A volte viene di baciarti, quando guardo nei tuoi occhi blu notte…

AROUSH

Anche a me…

RALLEN

Io non sono mai stato baciato prima d’ora.

AROUSH

Io una volta ho baciato una mascotte di una squadra di scacchi.

Rallen e Aroush si baciano…

Scena 1

Appare un logo con scritto: AROUSH VS SUSAN – Gaia Nicolosi x Gli Azzerbati Production

In una camera da letto ad Yerevan, Hayastan (ovvero Armenia), una ragazza si sveglia. Il suo nome é Aroush Halapsian.

Aroush

Oh, ho un languorino.

mamma di aroush (offscreen)

No! Il PC é mio! Suziekins é mia!

PAPA’ di aroush (OFFSCREEN)

No! Suziekins é MIA! MIA! SOLO MIA!

Si sente un suono da fuori la camera da letto di Aroush. Così, Aroush si alza, si veste, e decide di investigare.

SCENA 2

I genitori di Aroush stanno litigando per un computer nello studio della casa di Aroush.

Aroush entra nello studio.

AROUSH

Mamma! Papà! Che state facendo!

MAMMA DI AROUSH

Susan é SOLO mia.

PAPA’ DI AROUSH

No. Susan é mia, é sempre stata mia!

MAMMA DI AROUSH

Tecnicamente, Susan é di tutti, no?

PAPA’ DI AROUSH

Si ma questo é IL MIO turno!

AROUSH

Mamma! Papà! Smettetela!

Aroush abbraccia i suoi genitori.

PAPA’ DI AROUSH

Ey! Mi hai salvato! Non sono più preso da Susan!

MAMMA DI AROUSH

Nemmeno io!

AROUSH

Ma chi é sta Susan!

PAPA’ DI AROUSH

Susan Wainwright. E’ dappertutto ormai, e tutti sono presi da lei, tutti sono arrabbiati per lei, tutti stanno morendo per lei. Sta scatenando guerre in tutto il mondo.

aroush

E quando é cominciata sta cosa di Susan Wainwright?

MAMMA DI AROUSH

E’ cominciata stanotte… mentre tu dormivi.

aroush

Ma chi é sta Susan Wainwright?

PAPA’ DI AROUSH

E’ un personaggio di un videogioco che si intitola The Sims 3.

aroush

The Sims 3? Non lo conosco. Però tempo fa ho sentito parlare di The Sims 2.

MAMMA DI AROUSH

Nemmeno io sapevo dell’esistenza, ma ci siamo svegliati con questo pazzo bisogno. E’ successo così in tutto il mondo, che sia stato giorno o notte, estate o inverno.

PAPA’ DI AROUSH

E io credo che tu, Aroush, possa salvarlo.

MAMMA DI AROUSH

Io preparerò la colazione!

SCENA 3

Aroush e i suoi genitori stanno facendo colazione. Pinoli, uvetta, e pezzi di albicocca nel kefir.

aroush

Ey, dov’é Kerli?

MAMMA DI AROUSH

Sarà in camera sua.

aroush

Possiamo provare a vedere cosa c’é in TV.

Il papà di Aroush accende la TV. Vediamo un’immagine di Susan, con una voce che ripete “All hail Susan Wainwright!” con una monotonia ossessiva.

aroush

Ma che… lei é Susan Wainwright?

PAPA’ DI AROUSH

Si. Tutto il resto é stato bannato. Tutti i siti internet trattano di lei. Ci sono persone che hanno ucciso tutti i loro amici e parenti perché erano tesi per Susan Wainwright.

MAMMA DI AROUSH

Città complete sono state massacrate.

PAPA’ DI AROUSH

Ogni minuto muoiono milioni di persone.

aroush

Non vi preoccupate, io salverò il mondo!

MAMMA DI AROUSH

Fallo per noi.

SCENA 4

Aroush entra in camera di Kerli. Kerli é al computer.

AROUSH

Kerli! Sorellina mia! Che stai facendo!

KERLI

Sto riappacificando la dea Susan per la gloria dell’impero di Sunset Valley e di quello che ieri si chiamava Hayastan.

aroush

Si chiama ancora Hayastan.

kerli

No. Si sta sottomettendo all’impero Susanitico.

aroush

Impero Susanitico?

kerli

Si. Non hai visto la nuova mappa? Piano piano, ogni nazione, ogni città, si sta sottomettendo sotto il Culto di Susan. Ne stanno perfino disegnando una Susan gigante nelle steppe.

aroush

Una Susan gigante nelle steppe?

kerli

Si. Grande abbastanza da potersi vedere dalla Luna.

aroush

Kerli Halapsian. Torna in te.

kerli

Sono già in me!

aroush

Non lo sei.

kerli

Lo sono.

Aroush abbraccia Kerli.

KERLI

Ah! Mi hai salvato!!!!!!!!!!!! Vado subito a bere il mio Kefir con l’uvetta passa e i pinoli!

aroush

Ora ho salvato te. Adesso vado a salvare il mondo!

Aroush prende il suo zaino ed esce dalla stanza di Kerli.

SCENA 5

In una via di Yerevan, con un sacco di morti dissanguati, e un sacco di sporcizia per la strada. C’é un sacco di puzza in giro.

AROUSH

C’é nessuno? Sono tutti morti quì?

Non si sente alcun rumore. Un rotolacampo rotola per la via.

aroush

Va beh. Cercherò qualcuno.

SCENA 6

Aroush cammina canticchiando per le vie di una morta e dissanguata Yerevan.

AROUSH

Cosa significhi tu per me, un’amore senza te, é l’unica cosa, che non ho mai scoperto, cosa significhi tu per me, capirmi senza te, é come una speranza, che ti rende lontana, ma tu mi sei vicina, vieni con me, combatti lo spazio, tra la croce e il cuore, una stella vicina, una nuvola lontana, e poi, ci sono io. Mi significhi sogno, un’amore senza te, Mi significhi Georgia, e questa volta per davvero, intendo il saKartvelo. E tu lo sai… e io lo so… Vieni con me!

Alla fine, la nostra cara amica Aroush arriva fino al municipio di Yerevan. Sembra non esserci nessun altro, tranne i corpi morti del sindaco di Yerevan e del presidente del vecchio Hayastan.

AROUSH

Ow, non c’é nessuno. Sono sola. Talmente sola. Morti tutti.

Aroush si siede sulla scalinata e prende l’iPad, creando un post su Tumblr.

TUMBLR USER BLU3-CH1ld (Aroush)

C’é qualcun altro che non é preso da Susan ed é rimasto vivo? Non neccessariamente dell’Hayastan. Mi sento sola.

AROUSh

E adesso aspettiamo che qualcuno replichi.

Aroush aspetta risposte su Tumblr giocando a Slither.io.

aroush

Chissà se hanno risposto.

tumblr user w0lf13 (Ekra)

Rawr! Io sono di Tbilisi saKartvelo. Rawr! E non sono presa da Susan. Rawr!

TUMBLR USER B3st-hat (darillys)

Hi-ya! Neanch’io sono presa da Susan. Comunque, io provengo da Baku in Azerbaijan. Toodles!

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

Oh! Finalmente! Visto che noi tre basicamente abitiamo vicine, che ne dite di incontrarci quì al municipio di Yerevan? Tre mutuals dal Caucaso, salvando il mondo dall’essere preso da Susan.

TUMBLR USER B3ST-HAT (DARILLYS)

Esatto. Tutti stanno morendo.

TUMBLR USER W0LF13 (EKRA)

Aroush Blu3-Ch1ld. Darillys B3st-Hat. Una di voi due ha un’idea di quante persone siano ancora vive?

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

Noi tre… i miei genitori… mia sorella… questo fa almeno 6 persone ancora vive che non sono prese.

TUMBLR USER B3ST-HAT (DARILLYS)

Beh, i presi stanno morendo.

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

In realtà, i miei genitori e mia sorella ERANO presi. Ma io li ho salvati.

TUMBLR USER W0LF13 (EKRA)

E come?

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

Abbracciandoli.

SCENA 7

Ekra e Darillys arrivano al municipio di Yerevan.

EKRA

Rawr! Sono io! Ekra Melidze ovvero W0lf13.

DARILLYS

Merhaba kardesim! Il nome é Darillys Tishanev e io sono B3st-h4t.

AROUSH

E io, care nuove amiche, non sono altro che Aroush Halapsian, altrimenti conosciuta come Blu3-ch1ld!

darillys

Quindi, se ho capito bene, tu vorresti abbracciare le persone per farle tornare non-prese, ma quà sono tutti morti!

aroush

Si, ma ci sarà qualche vivo in giro!

EKRA

E’ come nei film post-apocalittici! Rawr!

AROUSH

Prendiamo un furgone e cerchiamo qualcuno che ci possa aiutare. Io ho in mente un’idea.

EKRA

Rawr! E qual’é?

DARILLYS

Non staresti proprio parlando del…

AROUSH

Si. Sto proprio parlando del Professor Guzekin.

EKRA

Rawr! Si parte!

Le tre ragazze rubano un furgone da un armeno morto e salpano verso nord, attraversando montagne kartveliche e steppe russe, arrivano a Shoyna, in un porto pieno di abbandonate navi.

AROUSH

Eccoci a Shoyna, ragazze mie. Prendiamo una di queste navi e andiamo dal professor Guzekin, lui ci saprà aiutare.

EKRA

Rawr! E’ perfetto, ragazze!

DARILLYS

Ci sto.

Le tre ragazze salgono su una nave abbandonata.

SCENA 8

Aroush, Ekra, e Darillys sono nella stanza di abbordo di una nave. Aroush é al timone.

EKRA

Rawr! Ma te le sai guidare le navi?

AROUSH

Niente paura, Ekra. Ho giocato a Boat Simulator!

Le tre ragazze guidano la nave verso nord, fino a salpare verso l’Isola di Guzekin.

SCENA 9

Le tre ragazze scendono dalla nave e atterrano sull’isola.

AROUSH

Il laboratorio del Prof Guzekin dovrebbe essere quì sotto!

Aroush spazza via la neve, apre la botola, e scende le scale della botola. Ekra e Darillys la seguono.

Dentro il laboratorio, le tre nuove amiche scoprono Guzekin alle prese con una Susan olografica.

PROF

Oh, Susan, ti amo così tanto. Prego, lascia Boyd e mettiti con me!

SUSAN

Oh, Prof. Anch’io ti amo. Ti prego, venerami. Sono la tua dea.

EKRA

Rawr! E che, ti metti a flirtare con una che nemmeno esiste!?! Che scenziato sei! Ora basta! Dobbiamo salvare il mondo!

Darillys spegne l’ologramma e Aroush abbraccia il Prof.

PROF

Oh, mie care fan, mi avete salvato!

AROUSH

Non siamo tue fan. Io sono Aroush Halapsian da Yerevan.

EKRA

Rawr! Io sono Ekra Melidze da Tbilisi.

DARILLYS

E io sono Darillys Tishanev da Baku.

AROUSH

Siamo le uniche rimaste a non essere state prese.

PROF

Okay, mie ragazze del Caucaso, da oggi voi sarete le mie aiutanti! E immagino che ci sarà un motivo per cui voi siete state salvate! Prenderò la vostra essenza, la moltiplicherò, e ne lascerò 100 metri cubi nel mare.

DARILLYS

Si. Questa é una bellissima idea!

SCEna 10

Il Prof usa dell’equipaggiamento scientifico per prelevare l’essenza delle tre protagoniste e la moltiplica attraverso un computer. Poi, le ragazze e il prof escono dal laboratorio, e vedono un cubo di 100 metri cubi che ha 3 colori: blu, grigio che da sul giallo, e verde che da sull’azzurro, rappresentando rispettivamente le essenze di Aroush, Ekra, e Darillys. I quattro spingono il cubo nell’ Oceano Artico, dove si scioglie e crea tante bollicine.

AROUSH

Yay! C’é l’abbiamo fatta!

prof

Beh, non proprio. Ma appena le persone toccheranno la vostra essenza, non saranno più prese.

ekra

Rawr! Poi possiamo tornare ad Yerevan e fare una grande festa!

DARILLYS

Ben detto, sorella!

PROF

Si. Miliardi di persone stanno morendo ogni quarto d’ora.

AROUSH

Ma non era milioni ogni minuto?

PROF

Dire milioni ogni minuto, o dire miliardi ogni quarto d’ora… E’ quasi la stessa cosa.

EKRA

Rawr! Puoi portarci ad Yerevan col teletrasporto? E’ la che noi tre ci siamo incontrate.

prof

Si. Potrei. Vengo anch’io.

aroush

Così incontri anche la mia famiglia.

SCENA 11

Aroush, Kerli, i loro genitori, Ekra, Darillys, e il Prof stanno pranzando a casa di Aroush. Risotto con zafferano, uvetta, pinoli, pezzi di albicocca, e pezzi di lavash.

PROF

Questo risotto é buonissimo! Congratulazioni a mamma Halapsian!

KERLI

Quindi noi sette siamo gli ultimi rimasti?

prof

Si. Almeno in questo continente.

Darillys

O… “armeno” in questo continente? Eh, Prof?!?

AROUSH

Eh eh.

prof

Caos sta abbondando nelle Americhe.

ekra

Rawr! Che dite di andare nelle Americhe a scovare gli ultimi sopravvissuti?

AROUSH

E’ un’ottima idea!

PAPA’ DI AROUSH

Prendiamo una nave e partiamo per gli Stati Uniti.

aroush

Stati. Hai detto giusto. Stati… erano stati. Ora sono crollati. Tutto il mondo fa parte dell’impero di Susan Wainwright.

scena 12

La famiglia Halapsian, Ekra, Darillys, e il Prof si trovano nel laboratorio del Prof.

PROF

Adesso col teletrasportatore noi andremo a New York, da là, noi noleggiamo un elicottero e andiamo a scovare l’altro umano rimasto.

PAPA’ DI AROUSH

Ma come, “altro” umano?

prof

Il mio equipaggiamento mi dice che di vivi ne sono rimasti solo in otto.

KERLI

E quella grande nave!

DARILLYS

E’ la nave che Kerli ha usato per venire quì.

PROF

La userò per i miei altri esperimenti.

Gli Halapsian, Ekra, Darillys, e il Prof salgono sul teletrasportatore.

scena 13

I sette amici si teletrasportano a New York, scovano il primo elicottero che trovano, e lo prendono. Il Prof guida l’elicottero mentre Aroush usa il cercapersone del Prof per vedere segni di vita umana. Alla fine, i sette amici arrivono ad Ocean Side, California.

EKRA

Rawr! L’ottava persona é in quella casa!

DARILLYS

Entriamo dalla finestra!

Gli Halapsian, Ekra, Darillys, e il Prof entrano nella finestra della casa di Ocean Side. C’é una ragazzina che sta giocando a The Sims 3.

AROUSH

Non preoccuparti, piccola, ti salveremo noi!

Aroush abbraccia la ragazzina… ma la ragazzina muore nelle braccia della nostra protagonista.

AROUSH

Nooo! Sei morta!

kerli

Lasciala andare, sorellona!

prof

Ragazzi… questo é l’inizio di una nuova era. Noi siamo gli ultimi rimasti.

PAPA’ DI AROUSH

Gli ultimi umani.

SCENA 1

Si vede uno shot di Ocean Five, California, con i nostri amici alcuni minuti dopo la fine del primo film. Un logo appare: AROUSH VS SUSAN 2: TUTTI IN LETTONIA!

prof

Okay, ragazzi. Sembra che abbiamo fallito a recuperare Ashlynn Kenna McWailand. Quindi eccoci tutti qui, a salvare la Terra da un’apocalisse. Io e i miei nuovi amici. Aroush, Elektra, Darillys, Kerli…

vartan

Io sono Vartan Halapsian.

PROF

Huh? Vartan Halapsian? Questo nome mi sa di familiare.

vartan

Sono io. Ci siamo incontrati tanto tempo fa, ai tempi dell’Unione Sovietica. Io avevo 18 anni e tu ne avevi 24. Io stavo aggiustando i mobili per una stanza di una convention scientifica dove dovevi sederti tu.

PROF

Ah, bei tempi.

SHALIG

Io sono Shalig Halapsian, nata Vesperian!

darillys

Quindi noi tutti ora conosciamo i nomi dei genitori di Aroush!

elektra

Rawr!

kerli

Woah! Hayrik ha incontrato il Prof da giovane!

vartan

Quindi, che si fa?

PROF

Io pensavo che dovessimo vivere tutti insieme.

KERLI

Ma… Prof!?! Il tuo laboratorio non é abbastanza grande per tutti e sette!

darillys

E poi, scusa, non avevi adottato un’alieno di nome Poppun?

prof

L’ho venduto a mia nipote, Fevislava Azerbadova!

darillys

Azerbadova! Proprio come la mia nazione, Azerbaycan!

prof

Eh eh. In molti lo notano. Ma sono convinto sia una coincidenza, a meno che qualcuno non abbia rotto il quarto muro.

aroush

Ah.

vartan

Quindi, tu porterai il tuo laboratorio via?

KERLI

Così potremo vivere tutti insieme!

elektra

SI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

kerli

Potremo andare in Lettonia!

VARTAN

Ottima idea, Ker.

PROF

Si, ci sono modi per esportare il mio laboratorio e mandarlo là. Potrei anche costruire una città futuristica creata apposta per distruggere la mania di Susan Wainwright.

AROUSH

Detto giusto.

KERLI

YAY!

I sette amici salgono sull’elicottero e vanno nell’isola del laboratorio di Guzekin.

SCENA 2

I nostri protagonisti atterrano nell’isola di Guzekin, ed escono dall’elicottero.

PROF

Eccoci a casa.

aroush

Ah, finalmente.

KERLI

La Lettonia ci sembra sempre più vicina!

darillys

Ma devi per forza menzionare la Lettonia?

KERLI

No, era solo il primo posto che mi é venuto in mente, D-T.

darillys

D-T? ADORO quel soprannome!

vartan

Apriamo la botola?

PROF

Non ce n’é bisogno, ho una pen-drive.

Il Prof attacca la pen-drive alla botola, che si salva dentro la pen-drive insieme al resto del laboratorio.

SHALIG

Woah.

DARILLYS

Molto azerbaggioso, no?

ELEKTRA

Rawr!

kerli

E adesso si parte per…

VARTAN

La Lettonia, lo so.

Vartan mette la mano sulla testa di Kerli e le strapazza i capelli.

I ragazzi entrano sull’elicottero e partono per la Lettonia!

SCENA 3

I sette amici atterrano in Lettonia. (coordinate 57°02’51.3″N 24°00’44.1″E) I ragazzi escono dall’elicottero.

ELEKTRA

Rawr! C’é così tanto spazio per correre!

KERLI

El! Sai ancora parlare!

DARILLYS

Certo che sa ancora parlare.

aroush

Non é un lupo, é solo luposa.

prof

In mediano, elamite, e antico persiano, i Kartveli venivano chiamati “lupi”, e il glorioso, vecchio saKartvelo veniva chiamato “terra dei lupi”. E’ da là che viene il nome Georgia.

elektra

Per questo anche il mio cognome, Mgelidze.

DARILLYS

Credevo fosse solo Melidze.

ELEKTRA

No, quello era un errore ortografico.

aroush

C’éra un tempo in cui si faceva chiamare solo Ekra.

elektra

Si, ma il passato é passato! Rawr!

SHALIG

Io pensavo che la Georgia fosse più elfica…

elektra

E’ entrambe le cose allo stesso tempo. Stessa cosa per l’Armenia e l’Azerbaigian. Solo che a volte noi del Caucaso ci sentiamo più luposi, e a volte ci sentiamo più elfici! Rawr!

kerli

Il saKartvelo é il saKartvelo! Kupo!

aroush

Il nome Armenia si riferisce ad una città che in realtà si chiama Sassun.

kerli

In realtà la nostra nazione si chiama Hayastan!

darillys

Stan countries forever! Yeah!

prof

Adesso devo deployare il laboratorio.

Il professore preme un tasto sulla pendrive, creando un nuovo laboratorio… una nuova città che é mezza laboratorio!

prof

Ecco fatto, questa é Guzekia. Questo é l’edificio principale di Guzekia, non solo é il mio nuovo laboratorio, ma é anche dove viviamo noi… ed é la capitale di questo pazzo mondo.

VARTAN

Ma se il resto del mondo é invaghito da Susan, tranne noi sette, allora… allora, forse, siamo noi i pazzi.

prof

Il mio contapersone mi dice che sono rimaste solo poche centinaia di umani su questa terra.

kerli

Yeah…

SHALIG

Che poi mica Sunset Valley può essere una capitale? Nemmeno esiste!

prof

Pochi minuti fa, gli stepposi hanno finito la loro Susan nelle steppe, e si sono tutti uccisi subito dopo averla finita!

aroush

Oh mio Soviet…

prof

Fra un pò saranno così pochi che ci cercheranno e ci prenderanno a legnate!

AROUSH

Non vi preoccupare, ci penseremo noi!

Il Prof e il suo gruppetto di assistenti post-sovietici entrano nell’edificio principale di Guzekia.

Scena 4

Nella main hall dell’edificio principale di Guzekia, si ritrovano i suoi nuovi abitanti, i nostri protagonisti.

DARILLYS

E quindi, la vecchia capitale della Lettonia, praticamente si chiama Squadretta, nah?

elektra

Rawr!

SHALIG

Stasera mangiamo khatchapuri, che ne dite?

KERLI

SIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!

SCENA 5

Il Prof e i suoi nuovi assistenti stanno mangiando khatchapuri preparato da Shalig.

DARILLYS

E’ così buono! Complimenti alla cuoca.

shalig

Grazie, Darillys.

kerli

Qualcun’altro sente qualche strano rumorino?

vartan

Lo sento anch’io, che sta succedendo?

prof

Sento un’odore strano! Mi sembra lo stesso odore che fa il mio Poppun.

aroush

Forse serve che noi tutti usciamo per vedere!

Il Prof e i suoi assistenti escono dall’edificio principale.

SCENA 6

Il Prof e i suoi assistenti si trovano di fronte all’edificio principale, e guardano verso su. Un Poppun gigante (avendo mangiato un sacco di umani) si dirige verso Guzekia.

PROF

Oh, no! E’ il mio Poppun!

ELEKTRA

Combattiamolo come gli eroi che siamo! Rawr!

Elektra corre verso di Poppun e si lancia contro di lui, mettendolo a terra. Il Prof teletrasporta una pistola laser nelle mani di Aroush. Aroush corre verso di Poppun ed Elektra, sale sulla pancia di Poppun, e crea un laser con la pistola verso la testa di Poppun. Poppun si divide in tanti piccoli mostri che vanno a sparire via. Aroush ed Elektra si danno un batticinque.

Il Prof, Vartan, Shalig, Kerli, e Darillys raggiungono Aroush ed Elektra.

prof

Ragazze! C’é l’avete fatta! Anzi. No. C’é l’abbiamo fatta!

VARTAN

Sembra che Poppun si sia mangiato un sacco della popolazione, viva e morta, di questo pianeta.

shalig

Saranno rimaste meno di cento persone, allora.

darillys

Ey, Ar, tu e Kerli non avevate un’altra sorella?

elektra

Sei così azerbaggiosa che ti ricordi male! Rawr!

vartan

Ho solo due figlie. Vi giuro!

darillys

E come mai a volte ci viene spontaneamente di fare giochi di parole che funzionano solo in italiano, ma mai giochi di parole sul georgiano, armeno, azero, russo, o inglese?

PROF

Perché da qualche parte, in mezzo alle stelle, c’é qualche dio o dea che lo vuole.

aroush

Io ho conosciuto una dea. Il suo nome é Fioranagh, la dea dei Celti!

prof

Si. Si tratta di Fioranagh. E’ Fioranagh che vi fa fare spontaneamente queste cose. Io una volta la ho incontrata quando ero molto piccolo.

vartan

Questa Fioranagh sarà nata molti anni fa, no?

prof

Si. Fioranagh é nata migliaia di anni fa, in un’isola di nome Celtia.

kerli

E come mai Fioranagh vuole fare cose con noi?

prof

Perché Fioranagh vuole aiutarci a sconfiggere Susan.

aroush

E noi la sconfiggeremo.

shalig

Definiscila già sconfitta.

prof

E ora si va tutti a dormire!

VARTAN

Oggi é stata una giornata piena di eventi.

SCENA 1

Si vede uno shot di Guzekia. Un logo appare: Aroush VS Susan 3: Il naso delle steppe!

Aroush e Kerli stanno dormendo nella loro camera. E’ la loro prima notte in Lettonia.

Aroush si sveglia e si alza. Si mette le sue pantofole (blu e che assomigliano ad un gatto stilizzato).

Aroush

Kerli! K’uər! Dormigliona! Sii felice, che é il nostro primo giorno! Chissà cosa ha in serbo Guzekin per noi!

Kerli si sveglia.

kerli

“In serbo”? Come fa ad essere in serbo se 1: Noi siamo armene. 2: Lui é russo. 3: Siamo nell’ex-Lettonia. 4: La Serbia é fallita all’Impero Susannico. 5: Sono quasi sicura che nessuno ha parlato serbo fin dal giorno scorso. 6: Si chiama “serbo” solo se viene scritto in alfabeto cirillico. 7: Tu volevi chiamare il tuo primo figlio Sinnoh.

aroush

Hai ragione, Kerli.

kerli

Sei la mia sorellona preferita!

aroush

Anche tu!

Aroush e Kerli si abbracciano, si vestono, e scendono giù in cucina, dove trovano Elektra, Darillys, Vartan, Shalig, e il Prof.

shalig

Figlie mie!

prof

Fate pure colazione. Il mio creatore di cibo automatico crea cibi per i tuoi gusti. Per esempio, Elektra sta mangiando del gelato grigio che sa di carne di lupo.

ELEKTRA

Rawr! Ne volete un pò?

AROUSH

Proverei.

Aroush e Kerli provano il gelato di Elektra. Poi le due ragazze provano il creatore di cibo automatico. Aroush si prende delle crepes con la crema al pistacchio, e Kerli si prende una torta arcobaleno. Darillys ha dei pancake con la panna alla menta e le gocce di cioccolato. Shalig ha del te verde e dei waffle al matcha. Vartan ha del cioccolato fondente fuso in una tazza, con la panna montata e gli sprinkles di sopra. Il Prof ha un bicchiere di latte, alcuni biscotti con gocce di cioccolato, e un uovo sodo.

vartan

Migliore colazione che io abbia mai avuto! Meglio di quelle che fai tu, Shalig!

Darillys

A volte io mi chiedo che cosa succederebbe se Vartan e il Prof si mettessero insieme.

Shalig, Vartan, e il Prof guardano Darillys mentre Aroush e Kerli sghignazzano.

DARILLYS

Che c’é, un’azera non può essere una Fujioshi?

kerli

Tu non sei un’azera, tu sei un’albanese caucasica! Voi di Baku siete diventati “azeri” solo 101 anni fa! L’Azerbaigian é più giovane della Coca-Cola!

PROF

Giusto, cara signorina. L’esonimo “albania” deriva perfino dalla tua lingua. Aghvank vuol dire amiabile in armeno. In realtà si chiamava Udiny. In un’altro universo, le cose sono andate diversamente, e Udiny sarebbe rimasta fino ai giorni nostri, sotto il nome di Udistan.

darillys

Si. Sarebbe bello se fosse così. Io a volte vorrei che ritornasse la lingua Udi e l’alfabeto Albanese Caucasico. Vorrei che noi fossimo rimasti l’Albania Caucasica – Udiny. O Udistan, o come caspio la volete chiamare voi. Nell’Azerbaigian si parla la lingua turca, che fino a 1000 anni fa veniva parlata solo nei monti Altai accanto alla Mongolia. Quindi io non la posso sentire mia. Non é la lingua destinata alla mia linea genetico-tribale. Io sono un’albanese caucasica. E nessuna religione o repubblica o apocalisse o azzerbaggio di tipo vario, lo potrà cambiare.

prof

Il vero Azerbaigian si trovava in Iran.

elektra

Rawr!

vartan

Hai mai provato ad imparare la lingua Udi?

darillys

Si. Ma pochi la parlano e non si trovano risorse. Però ho imparato a scrivere il mio nome nell’alfabeto albanese caucasico.

Darillys prende un fazzoletto e una penna, e scrive “Darillys Tishanev” in alfabeto albanese caucasico. Lo mostra al resto del gruppo.

darillys

E’ il mio nome! Proprio così, in alfabeto albanese caucasico, come dovrebbe essere. Udistan per sempre!

kerli

Yay!

prof

Comunque, nell’universo dove c’é ancora l’Albania Caucasica sotto il nome di Udistan, ci sono stato, ho visitato quell’Udistan, e mi é venuta nostalgia. E’ un posto bellissimo e unico. Un giorno vi ci porterò.

elektra

Rawr.

vartan

Comunque, oggi dobbiamo ancora metterci in moto, prof!

kerli

C’é qualcosa, papà?

vartan

E’ solo passato un giorno. Ci saranno ancora alcuni presi da Susan. Non si può lasciare un’apocalisse in centro!

prof

Apocalisse in centro… apocalisse in centro… fufufu! Ma certo! Come ho fatto a non capirlo! Al centro della Susan nelle steppe! Alla GuzekiMobile!

SCEna 2

I nostri protagonisti escono, salgono sulla GuzekiMobile, e partono per il naso della Susan nelle steppe. I protagonisti scendono.

prof

Eccoci quà! La punta del naso di Susan!

elektra

Rawr! Susan Nasus!

kerli

Ma chi sono quelle persone!

Kerli indica ad un gruppo di persone vestite come Susan Wainwright, che si stanno inchinando e pregando ad un altare dedicato a Susan. Piano piano, stanno tutti morendo uno dopo l’altro.

vartan

Oh, degli ossessionati moribondi.

shalig

Dobbiamo aiutarli!

I nostri amici si avvicinano all’altare, cercando gli ultimi vivi.

kerli

Ma quì stanno morendo tutti! Ho paura!

darillys

Ma se ci siamo quà noi!

elektra

Rawr!

prof

No, c’é un pattern. Più sono lontani dall’altare, prima muoiono.

vartan

Quindi, quello più vicino all’altare, rimarrà l’ultimo.

kerli

Ho ancora paura, papà!

shalig

Non ti preoccupare, piccola. Quando tutto é finito, puoi guardare Steven Universe e non avrai più paura.

kerli

Steven é il mio husbando e Peridot é la mia waifu, dattebayo!

Alla fine, i nostri eroi si trovano davanti all’altare. Una persona sta pregando. Aroush la abbraccia per curarla dall’ossessione.

???

Grazie! Mi avete salvato! Mi presento: Il mio nome é Lonnie Danvers, ho 45 anni, e sono stata io ad avere l’idea del personaggio “Susan Wainwright” e crearla nel Crea un Sim insieme a Boyd. Susan era la mia preferita tra tutti i sim che io ho creato, e sono dispiaciuta che lei abbia creato tutto questo disordine. E tu saresti, mia salvatrice?

AROUSH

Sono Aroush Halapsian.

LONNIE

Che nome!

kerli

Siamo armene! Lei é mia sorella! Comunque io sono Kerli.

vartan

Io sono Vartan, sono il papà di Aroush e Kerli.

SHALIG

E io sono Shalig, la moglie di Vartan e la mamma di Aroush e Kerli.

prof

Io sono il Prof Guzekin! Fufufufu!

lonnie

Ah, tu sei quello scenziato russo strambo?

prof

Si! Fufufufu!

elektra

Rawr! Sono Elektra Mgelidze. Sono georgiana.

kerli

Ovviamente quella del Caucaso non degli Stati Uniti. Rawr!

lonnie

Si capisce dai vostri accenti. Una volta ho colto delle pesche nella Georgia degli Stati Uniti.

kerli

Ovviamente la sua Georgia si chiama saKartvelo, e la mia Armenia si chiama Hayastan. Siamo un mondo di esonimi!

elektra

Rawr!

darillys

E io sono Darillys Tishanev. Provengo dalla nazione un tempo conosciuta come Azerbaigian.

prof

Adesso noi viviamo tutti insieme a Guzekia, in quella che un tempo era la Lettonia.

kerli

Io ho 15 anni, Aroush, Darillys ed Elektra ne hanno 18, i miei genitori ne hanno 49, il Prof ne ha 55.

lonnie

Delle belle giovincelle!

vartan

E ora si torna a casa!

Aroush, Elektra, Darillys, Kerli, Vartan, Shalig, il Prof, e Lonnie salgono sulla GuzekiMobile, e tornano a Guzekia.

SCENA 3

Pranzo nell’edificio principale di Guzekia. Pasta con le zucchine e i pezzi di polpette preparata da Aroush. Lonnie ha mangiato una razione militare artificiale appena salita sulla GuzekiMobile, ma questo é un pranzo di benvenuto, quindi sono tutti e otto insieme.

lonnie

Grazie per il pranzo, Aroush.

aroush

Niente di che. Siamo amiche adesso.

lonnie

Ma siamo rimasti solo noi otto!

vartan

Questo significa che oggi é l’inizio di una nuova era!

prof

Io so clonare la gente. Posso clonarvi tutti e poi allevare i figli.

darillys

E abbiamo anche modi per avere figli insieme tra femmine!

prof

E possiamo invitare persone da altri universi se vogliamo.

kerli

E qua si chiude la nostra avventura.

ELEKTRA

Rawr.

shalig

Lo sai, da quando l’ossessione é scattata, Yerevan non mi é mai mancata.

Fine.

scena 1

Si intravede la steppa innevata. Un logo spunta: “Amiche per (Cau)Caso: Il Prequel!”

Si zumma su una convention grounds. Siamo nel 7 Gennaio 1989, a Syktyvkar. C’é una convention di scienza in corso. Il giovane Prof Guzekin é seduto su una sedia.

Guzekin intravede un uomo un pò più giovane di lui entrare nella stanza di convention portando una scatola di cartone. Si tratta, ovviamente, di Vartan Halapsian, futuro papà di Aroush e Kerli.

vartan

Uf, im tsiran.

guzekin

Huh.

vartan

Queste scatole sono davvero pesanti!

guzekin

Si, ma non quanto la mia sapienza! Fufufufufu!

vartan

Stimo conoscerla, signor Guzekin.

guzekin

Chiamami pure Prof.

vartan

Lav, Prof.

guzekin

“Lav” anche a te.

vartan

Comunque, il mio nome é Vartan Halapsian.

guzekin

Da. Si vede che sei armeno.

vartan

Shnorhakalut’yun!

Ad un certo punto si sente un rumore strano da fuori. Vartan e Guzekin escono in soccorso.

scena 2

Un grande meteorite di lava secca é atterrato all’esterno della convention grounds, rovinando un pò di cose attorno e causando un bel pò di casino in giro.

vartan

O voch!

guzekin

Si, c’é un pò di casino in giro. Ma potrei benissimo ispezionare questo meteorite. Ci dovrebbero essere certi aggeggi nella scatola.

vartan

Lav!

Guzekin prende uno strano robottino volante dalla scatola, e lo accende!

b4s3-O11

P-R-Y-I-V-E-T! B4s3-O11 I-N-P-O-S-I-Z-I-O-N-E!

vartan

Barev!

B4S3-O11

B-A-R-E-V A-N-C-H-E A T-E!

vartan

Vay! Sembra essere molto intelligente!

guzekin

Uzhe.

guzekin

Lo é. Ovvio che lo é, l’ho fatto io!

vartan

Sakayn, io sono Vartan.

B4S3-O11

V-A-R-T-A-N! P-I-A-C-E-R-E D-I C-O-N-O-S-C-E-R-L-A! C-O-S-A V-O-L-E-T-E D-A M-E?

guzekin

Ti prego, ispeziona il meteorite.

b4s3-O11

O-K!

B4s3-O11 ispeziona il meteorite.

B4S3-O11

M-E-T-E-O-R-I-T-E D-I L-A-V-A I-N-D-U-R-I-T-A. P-O-S-S-I-B-I-L-M-E-N-T-E N-O-C-I-V-O, M-A O-T-T-I-M-A F-O-N-T-E D-I E-N-E-R-G-I-E.

guzekin

Ah, niente paura.

vartan

Cosa intendi di fare?

guzekin

Aspetta e vedrai!

guzekin

B4s3-O11, indexa il meteorite per portarlo a casa!

B4s3-O11 scannerizza il meteorite, poi usa un raggio di luce su di esso per trasformarlo in data. Quindi, B4s3-O11 fa entrare il meteorite dentro di lui.

B4S3-O11

D-E-T-T-O F-A-T-T-O!

vartan

I-inch’pes…

guzekin

Sono l’uomo più geniale del mondo!

vartan

Capito.

Vartan e Guzekin si danno il batticinque.

Ad un tratto, arriva una donna della stessa età di Vartan. Ovviamente, é la sua futura moglie, ovvero Shalig Verian!

shalig

Barev! Perdonatemi ma mi sento di essermi persa qualcosa.

vartan

Guzekin.

guzekin

Molto piacere di essere quà.

shalig

Ormai ti conoscono in tutti!

guzekin

Si, sono molto intelligente e invento un sacco di cose.

vartan

Esatto.

shalig

Comunque, io sono Shalig Verian e ho 19 anni.

vartan

Io sono Vartan Halapsian e anch’io ho 19 anni. Piacere di conoscerla, sei molto bellissima e sento che sei anche molto brava e buona!

shalig

Shnorhakalut’yun!

Vartan e Shalig si abbracciano. Shalig bacia Vartan sulla guancia, poi Vartan razzola i capelli di Shalig.

Vartan, Shalig, e Guzekin rientrano nella convention room

scena 3

Vartan, Shalig, e Guzekin stanno sistemando la convention room insieme.

shalig

Akh, é molto bello essere quì!

guzekin

Tra lalla là, ho due armeni in giro!

vartan

Preferiresti averne cinque? O anche dieci?

shalig

Ah ah ah. Sei molto ironico.

vartan

Lo so.

shalig

Quindi, tu sei di Yerevan?

vartan

Mek.

shalig

Io sono di Berd.

vartan

Berd, huh? Mai stato, sembra essere interessante, no?

shalig

Si, lo é. Si trova proprio vicino all’Azerbaigian.

vartan

Adrbejany Koka-Kolayits’ yeritasard e!

guzekin

Ah. Technicamente si, ma c’é tutta una storia sotto.

shaLig

Vero. Come posso non ricordarmelo! Albania Caucasica, ovvero Aghvank, ovvero Udiny. A Berd ci sono alcune persone Udi, quindi un bel pò di quella cultura rimane.

vartan

Vero. Avere l’Albania Caucasica attorno sarebbe stato interessante.

shalig

Manca anche a me.

Vartan e Shalig si abbracciano. Guzekin si siede al suo posto iniziale.

Alcuni nerd e scenziati alle prime armi entrano nel padiglione.

guzekin

Lo sai? Posso farvi degli autografi!

nerd1

A me! Fammi un autografo!

NERD2

E’ proprio come in Star Wars!

NERD3

No!!!!!!!!!!! E’ molto più simile a Star Trek!

NERD4

Ci mostri cosa hai inventato?

Guzekin si alza e mostra B4s3-O11 ai suoi fan.

SCENA 4

Un pò di ore dopo, la convention sta per finire e i fan se ne vanno. Vartan, Shalig, e Guzekin sono ancora nel padiglione.

vartan

Allora, se non sei una nerd allora come mai sei venuta alla convention?

shalig

Per cercare ragazzi carini, ovvio!

Shalig accarezza la guancia di Vartan e lo bacia nella bocca.

guzekin

Oh, un nuovo amore sta per sbocciare.

shalig

Prof, tu ti sei mai innamorato?

guzekin

Veramente, no.

vartan

Nemmeno una volta?

guzekin

Beh, c’éra una volta, nel 1980, in cui io ero Mr. Scienza e una ragazza era Miss Scienza e abbiamo dovuto vivere insieme per 1 anno. C’erano anche due bambini con noi, ovvero Mr. Baby Scienza e Miss Baby Scienza. Ma non c’era attrazione, eravamo troppo simili, poi io avevo 16 anni e lei ne aveva 40.

vartan

Ah.

shalig

Era più vicina ad una partnership.

guzekin

Da.

vartan

Una partnership che somiglia quasi ad una famiglia…

guzekin

A volte mi tengo ancora in contatto con loro. Miss Scienza ha tre figli, di 18, 15, e 12 anni.

shalig

E i piccoli?

guzekin

Miss Baby Scienza ha 22 anni, e Mr. Baby Scienza ha 20 anni.

vartan

Ah, sono grandi.

guzekin

Si, a volte sono più come dei fratelli per me.

scena 5

Al finire della convention, Vartan, Shalig, e Guzekin escono dalla convention grounds.

Shalig

E’ stata una giornata fantabolosa! Specialmente perché ho incontrato te, Vartan!!!!!!

vartan

Grazie, piccola albicocca del mondo dietro l’arcobaleno.

Ad un certo punto, delle luci appaiono e rapiscono i nostri tre mitici eroi.

vartan

Akh voch’!

scena 6

Vartan, Shalig, e Guzekin si ritrovano in una stanza di un’astronave aliena.

vartan

Ma che sta succedendo!

shalig

Una nuova avventura insieme a te, mio spavaldo Vartan!

guzekin

Sono convinto che sia un’astronave aliena!

vartan

Allora esploriamola!

scena 7

Vartan, Shalig, e Guzekin si ritrovano ad esplorare i vicoli dell’astronave. Sembra essere quasi un labirinto, e ogni corridoio é completamente diverso dall’altro.

vartan

Oh, ma quanto é grande quest’astronave!

shalig

Io mi sto stancando.

guzekin

Anch’io.

vartan

Non puoi usare B4s3-O11?

guzekin

Non so neanche dov’é!

vartan

Oh, cacchio.

SCENA 8

Vartan, Shalig, e Guzekin entrano in una stanza buia. Vartan accende l’interruttore.

Per terra c’é una signora di 22 anni che sta dormendo. Non é altro che la nostra carissima Lonnie!

vartan

Oh, c’é una ragazza che dorme.

shalig

Forse si sta svegliando! Dai, nuova amica! Anche a te ti hanno rapito gli alieni?

Lonnie si sveglia e si alza.

lonnie

Huh? Huh? Chi siete voi? Dove sono io? Sono morta? E’ l’inferno questo?

guzekin

Nyet! Sei troppo bella e simpatica per andare all’inferno!

vartan

Comunque io sono Vartan Halapsian, ho 19 anni, lavoro come convention intern, e vivo ad Yerevan, che é la capitale dell’Armenia, nell’Unione Sovietica.

shalig

Io sono Shalig Verian, anch’io ho 19 anni, sono anch’io armena, ma vivo in un piccolo villaggio di nome Berd. Fra un pò mi trasferirò ad Yerevan con il mio mitico Vartan!!!

guzekin

Io sono il Prof Guzekin, ho 25 anni e sono russo. Forse hai sentito parlare di me!

lonnie

Oh! Il Prof Guzekin!!!!!!!!! Sei tu!!!!!!!!

guzekin

Chiamami solo Prof.

lonnie

Sei più bello da vicino, Prof.

Lonnie abbraccia il Prof, lo bacia sulla guancia, e gli strizzola i capelli.

guzekin

Ah, é stato fantastico. Grazie, signorina!

lonnie

Mi chiamo Lonnie Danvers, ho 22 anni, e vivo a Chula Vista, in California, negli Stati Uniti d’America! Yee-haw!

shalig

Da oggi in poi saremo tuoi amici!

lonnie

I miei genitori non mi permettono di avere amici sovietici.

vartan

Non preoccuparti di quello!

lonnie

Oh, sniff.

Vartan, Shalig, Guzekin, e Lonnie escono dalla stanza. Lonnie spegne la luce.

SCENA 9

Vartan, Shalig, Guzekin, e Lonnie camminano per i corridoi dell’astronave aliena. Ad un certo punto, incontrano un vicolo cieco con un pulsante.

VARTAN

Oh. C’é un pulsante. Chissà che cosa fa.

lonnie

Possiamo premerlo.

shalig

Ottima idea!

guzekin

State attenti, non sappiamo cosa potrebbe accadere!

vartan

Lo premo io!

Vartan preme il pulsante. Appaiono elementi psichedelici, e i quattro nostri eroi si teletrasportano in quella che somiglia ad un’abbandonata casa medievale!

10

Vartan, Shalig, Guzekin, e Lonnie si ritrovano nella casa medievale abbandonata. L’unica luce entra da alcune finestre piccole col vetro colorato. L’unico mobile é un tavolo di legno. Sopra il tavolo di legno ci sta una strana scatola viola.

lonnie

Oh, che tristezza.

vartan

Non ti preoccupare. Fra un pò qualcuno ci salverà.

Shalig

Non sappiamo nemmeno dove siamo!

guzekin

Vero. Da qualche parte in Europa? Tipo Germania? Francia? Italia?

lonnie

Forse siete ancora in Russia.

vartan

Può essere.

lonnie

Chissà cosa c’é dentro la scatola!

Lonnie apre la scatola. Degli elementi psichedelici appaiono.

Una malefica donna appare nella stanza! E’ Susan… o no?

“susan”

Fufufufufu! Mi avete liberato!

guzekin

Tu chi sei e cosa ci fai quì!!!!!!!!

“SUSAN”

Io sono Vempara, e sono una Eldritch. So fare di tutto, di tutto e di più! La scatola, questa casa abbandonata, e la nave spaziale, non erano vere, ma solo parte di me! Fufufufufu!

LONNIE

Come mai ci hai intrappolato quì?

VEmPARA

Fufufufufu! Non vi ho intrappolato quì, é stato solo un caso, solo un lieve accidente!

VARTAN

E questi lievi accidenti… accadono spesso?

VEMPARA

Si! Sono nella mia natura di discordante! Fufufufufu!

SHALIG

E ora che si fa?

LONNIE

Potremo rinchiuderla di nuovo nella scatola!

VEMPARA

No! Non fare così! Come osate! Non potete rinchiudermi nella scatola, sarebbe praticamente incesto!

VARTAN

Incesto? Ma come incesto, tu nemmeno li hai i genitori!

vempara

Fufufufufu!

Vempara entra dentro di Lonnie. Lonnie si trasforma in un clone di Vempara. Shalig e Vartan scappano tenendosi per mano, uscendo dalla porta della casa, vengono teletrasportati in una casa disabitata di Yerevan – la stessa casa dove Shalig, Vartan, e le loro figlie vivono all’inizio di “Aroush VS Susan 1”.

11

Shalig e Vartan si sono teletrasportati nel salotto di una casa disabitata di Yerevan.

SHALIG

Vartan! Guarda! Siamo in Armenia!

VARTAN

Si?

SHALIG

Ovvio che lo siamo. Questo libro é chiaramente scritto in Armeno!

Shalig prende un libro e lo fa guardare a Vartan. Poi, Vartan e Shalig guardano dalla finestra.

VARTAN

Ey, ma quella é Yerevan!

SHALIG

Ma certo che lo é!

VARTAN

I miei genitori abitano proprio all’angolo.

SHALIG

E possiamo visitarli quando vogliamo!

Vartan abbraccia e bacia Shalig.

12

Di nuovo nella casa abbandonata con Lonnie e Guzekin.

LONNIE (VEMPARA)

Fufufufufu!

GUZEKIN

Lonnie! Lo so che sei quì dentro!

Guzekin scaglia la scatola verso di Lonnie, che cade giù, torna ad essere se stessa, e si teletrasporta via a casa sua.

GUZEKIN

E il dado é tratto!

13

Siamo di nuovo nel presente, a Guzekia, nella camera da letto di Lonnie. Lonnie é distesa sul letto, e Guzekin é la vicino, a guardarla.

LONNIE

Ora mi ricordo tutto! Ti ho già incontrato, trent’anni fa! E non c’éravamo solo noi, c’erano anche Vartan e Shalig. Teneri ragazzi, erano. E mi ero subconsciamente ispirata alla Eldritch, Vempara, per creare Susan. E’ per questo che lei ha causato quest’apocalisse. Perché Susan non é un sim, Susan é una Eldritch. Beh, tecnicamente é Vempara ad essere una Eldritch. E Vempara… Vempara ha fatto si che io avessi due figli con te. Nel 2001 io ho avuto un figlio di nome Jacob, e nel 2004 ho avuto un altro figlio di nome Chaz. Pensavo fossero i figli di mio marito – Adelbarth Perpugilliam “Bucky” Essex, ma invece… Prof… sono i tuoi figli. Io sono stata maledetta da Vempara, così noi due avevamo figli ogni volta che Vartan aveva figlie con Shalig.

GUZEKIN

I nostri figli… chissà se sono ancora vivi.

Guzekin bacia Lonnie.

scena 1

Aroush, Shika, e Kerli sono sedute sul letto di Aroush.

aroush

Ah, ragazze. Oggi é una bella giornata, vero?

shika

Certo che lo é!

kerli

Voglio andare a passeggiare, a trovare insetti e tartarughe!

aroush

Usciamo adesso?

shika

Il corridoio é bagnato!

kerli

Possiamo inventarci una storia.

shika

E che tipo di storia?

kerli

Una storia parallela.

aroush

Parallela? Tipo di universi paralleli?

kerli

Si!

shika

Concordo.

aroush

Ok. Tipo l’universo parallelo dove accade l’apocalisse e ci trasferiamo in Lettonia?

kerli & Shika

No!

aroush

Allora quale?

shika

Prendiamo i personaggi di qualcosa e li mettiamo nell’ambiente di qualcos’altro!

KERLI

Mi piace questo gioco!

aroush

Anche a me!

shika

Cominci tu visto che sei la più grande?

aroush

Si. Allora, Xion e Azula stavano passeggiando sulle spiaggie californiane. Ad un tratto appare un gatto gigante. Xion dice: “Oh mie stelle!”, Azula risponde: “Non ti preoccupare, ci pens-“

Ad un tratto, un portale appare per terra, e risucchia le tre sorelle.

scena 2

Aroush, Kerli, e Shika si ritrovano in una campagna inesplorata in un bosco fatato.

aroush

Ey, dove siamo!

KERLI

In Lettonia!

shika

Ma che, Kerli, ma tu sei ossessa con la Lettonia?

KERLI

Non lo sono!

aroush

Lo sei!

shika

E’ solo una ragazzina…

KERLI

Lo sei anche tu!

aroush

Beh, siamo tutte e tre ragazzine.

shika

Di più. Siamo sorelle!

Le tre sorelle cominciano a camminare. Ad un certo punto, un mostriciattolo peloso si azzanna su di Kerli!

KERLI

No!

aroush

Ci penso io!

Aroush da un calcio al mostriciattolo, lanciandolo via in una palude.

shika

Che cosa era, ragazze?

KERLI

Uno scoiattolo con quell’infiammazione del cervello che alcuni chiamano Rabies.

aroush

No, non penso… forse un procione?

shika

No, non proprio un procione… qualcosa tipo una lince? Non sembrava qualcosa di terrestre.

KERLI

Forse siamo in qualche lembo poco esplorato?

shika

Credo di si.

aroush

Beh, sarebbe bello! Vivremo come i primitivi.

shika

E poi magari magicamente ci ritroveremo di nuovo a casa.

KERLI

Penso che prima ci sbranerà qualche mostro.

shika

No, no, Shika! Non essere così fifona!

Le tre sorelle continuano a camminare. Ad un certo punto arriva una tenera signorina selvaggia e trasandata. Non é altro che Elektra Mgelidze!

elektra

Ee-hya!

KERLI

U-uh… ciao?

aroush

Sei di queste parti?

elektra

Hyah! Conosco questo bosco come se fosse la mia casa!

shika

Quindi ci potresti riportare alla civilizzazione?

elektra

Immagino di si. Comunque io sono Elektra Mgelidze. Rawr!

aroush

Io sono Aroush Halapsian.

shika

Io sono Shika Halapsian e sono la sorellina di Aroush.

KERLI

E io, Kerli Halapsian, sono la sorellina di Aroush e Shika.

aroush

Proveniamo da molto lontano!

elektra

Si vede.

shika

Quindi, che si fa, proseguiamo?

elektra

Hyah!

Aroush, Shika, Kerli, ed Elektra camminano nel sentiero fino ad un villaggio.

scena 3

Aroush, Shika, Kerli, ed Elektra sono in un villaggio.

aroush

Quindi, questa é casa tua?

Elektra

Nyeeh. Era solo il villaggio più vicino, da yo!

KERLI

Forse qualcuno ci ospiterà!

shika

Beh, siamo già quì, siamo turiste, guardiamo nelle vetrine!

KERLI

Ottima idea!

Aroush, Shika, Kerli, ed Elektra guardano nelle vetrine.

aroush

Ugh. Questi simboli indecifrabili, ma che alfabeto é?

elektra

E’ l’Alfabeto Guzekiano, che prende il nome dal Primo Re di Guzekia, Fermandous Guzekin, un’eroe valoroso che sconfisse il malefico Drago dalle Mille Teste, portando la pace e la speranza in tutto l’universo.

shika

Ah. Una storia interessante.

elektra

Si. Fermandous Guzekin fu il fondatore di Guzekia, e fu lui ad inventare l’alfabeto Guzekiano.

KERLI

Dev’essere un uomo molto importante.

elektra

E lo é!

aroush

Quindi tu sai cosa c’é scritto?

elektra

E’ un negozio di cianfrusaglie magiche.

shika

Ah. Quindi… se il linguaggio Guzekiano é completamente diverso dai nostri linguaggi sulla terra… Come mai tu stai parlando la nostra lingua?

elektra

No. Io sto parlando in Guzekiano, e sento anche voi in Guzekiano. Questo é un posto incantato.

aroush

Ah, capito.

elektra

E abituandoti alla nostra magia, anche voi tre imparerete a parlare Guzekiano, hyeh!

Ad un certo punto, una ragazza con le codine guida uno skateboard verso le nostre amiche. Non é altro che Darillys Tishanev!

darillys

Hyeh!

aroush

Ciao!

KERLI

Hanno gli skateboard anche qui?

darillys

La mia tavola, Azerbaigian? No, l’ho costruita io. Comunque il mio nome é Darillys Tishanev.

shika

La tua tavola si chiama Azerbaigian?

darillys

Si, perché?

shika

Nel mondo da dove proveniamo, Azerbaigian é il nome di una nazione del Medio Oriente.

darillys

Medio Oriente?

aroush

Tecnicamente Vicino Oriente, ma lasciamo stare. Io sono Aroush Halapsian, questa é la mia sorellina Shika, e quest’altra é la mia sorellina Kerli.

KERLI

Ciao ciao Darillys!

elektra

Io sono Elektra Mgelidze! Io sono di questo mondo, girovagavo per i boschi e ho incontrato loro.

darillys

Ah! Quindi, quattro nuove amiche! Sento che faremo molte cose insieme!

aroush

Si! Uno per tutti, tutti per uno!

Aroush porge la sua mano. Shika mette la sua mano sopra quella di Aroush. Kerli mette la sua mano sopra quella di Shika. Elektra mette la sua mano sopra quella di Kerli. Darillys mette la sua mano sopra quella di Elektra.

scena 1

Aroush si sveglia nella camera da letto delle tre sorelle Halapsian, ad Yerevan.

aroush

Oh, che nottata. Ho fatto un brutto sogno.

Aroush guarda l’orologio sul comodino. Sono le nove e mezza.

aroush

Ah. Quà si dorme fino in fondo.

Aroush si lava e si veste e torna in camera, guardando le sue tenere sorelline, Shika e Kerli.

aroush

Shika! Kerli! Dormiglione!

Shika e Kerli si svegliano e si buttano giù dal letto.

shika

Che c’é, sorellona? Un’altra delle tue?

aroush

Oggi é l’alba di un nuovo giorno, Shika!

kerli

Basta non svegliarti con brutti pensieri.

aroush

Ben detto, Kerli!

aroush

Lavatevi, vestitevi, e venite giù!

kerli

Ben fatto, sorellona cara!

Shika e Kerli vanno a lavarsi e a vestirsi.

scena 2

Aroush, Shika, e Kerli scendono giù in cucina. La loro mamma, Shalig, ha preparato dei tenerissimi pancakes col burro di sopra.

kerli

Ooh, che buoni!

shalig

Ho preparato la colazione!

vartan

Vostra mamma fa sempre cose buonissime!

shalig

Grazie, Varty.

Gli Halapsian fanno colazione con i pancakes.

aroush

Si. A dirla tutta ti sei davvero superata, mamma!

shalig

Lo so!

kerli

Ci porti a scuola, sorellona?

aroush

Certo, come tutti i giorni.

Shika & KErli

Evvai!

scena 3

Le sorelle Halapsian escono fuori di casa. Forse lo pensavate già, ma Aroush ha 18 anni, Shika 15, e Kerli 12. Siccome quà siamo in Armenia, Kerli fa la terza media, e Shika la seconda superiore.

aroush

Quindi, si parte!

SHIKA

Reincontrare di nuovo tutti i nostri amici!

kerli

Vero. Chissà se oggi saremo fortunate.

aroush

Beh, non é che le vostre scuole siano tanto lontane!

SHIKA

In che senso lo dici?

aroush

Sempre di Yerevan, si tratta!

kerli

Vero!

SHIKA

E poi lei basicamente lavora a scuola da me.

aroush

Regina di scacco umano. O almeno lo dovrei essere, ma…

kerli

Ma cosa?

SHIKA

Quel moccioso di Hekatombolus Ghapjenardraghutyunyunyan.

kerli

Ma chi, quello che ti mette sempre le carte bootleg di Yu-Gi-Oh in faccia?

aroush

Si… credo guarda troppi Yu-Gi-Oh.

SHIKA

Capisco, sorellona!

aroush

Io avevo la sua età quando ho cominciato.

kerli

Huh?

aroush

Avevo 6 anni. Poi piano piano mi sono alzata di livello ed é diventato un lavoro vero. L’ho fatto per mantenervi, sono stata sulla copertina di molti giornali, sono quasi una celebrità!

SHIKA

Vero.

kerli

Tutti ti amano, cara sorellona!

aroush

Già.

Ad un tratto, mentre le sorelle Halapsian stanno camminando, un moccioso le tira tre palloncini pieni d’acqua, facendole cadere per terra. Si tratta di… Hekatombolus Ghapjenardraghutyunyunyan! Hekatombolus fa una pernacchia alle ragazze, che si sentono offese, poi Hekatombolus scappa via sul suo monopattino.

SHIKA

Oof, quel bontempone!

Kerli

Ci ha rovinato la vita!

Aroush

Di questo passo faremo tardi a scuola!

kerli

E come ce lo diciamo ai nostri genitori!

aroush

Non vi preoccupate!

SHIKA

Tu dici?

kerli

Ye.

Le tre sorelle Halapsian si alzano, e guardano in alto.

kerli

Il sole é già alto!

SHIKA

I nostri genitori ci aspettano!

aroush

E se Hekatombolus farà sempre così, voi due non andrete mai a scuola!

SHIKA

Vero! Dobbiamo aittare contro di lui!

aroush

Nooo!!! Sono sicurissima che crescerà, e che noi presto affronteremo nemici peggiori… molto peggiori.

SHIKA

Detto giusto, sorella!

kerli

Ti stimo, sorellona cara!

aroush

Ragazze… si torna a casa.

Ad un certo punto, Aroush sente uno strillo, e prende il suo tablet! Due carinissime mutual follower la hanno chiamata su Tumblr! Si tratta di W0lf13, ovvero Elektra Mgelidze, e B3st-H4t, ovvero Darillys Tishanev. La nostra Aroush é conosciuta su Tumblr sotto il nome di Blu3-Ch1ld.

tumblr user w0lf13 (elektra)

Rawr!

tumblr user blu3-ch1ld (aroush)

C’é qualcosa, Elektra?

TUMBLR USER W0LF13 (ELEKTRA)

Si! Sento che qualcosa sta per avvenire, e presto!

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

Qualcosa di specifico?

TUMBLR USER W0LF13 (ELEKTRA)

No, no, solo instintuale! Rawr!

tumblr user B3st-h4t (Darillys)

Ue! Come butta!

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

Fantastico! E tu, D?

TUMBLR USER B3ST-H4T (DARILLYS)

Mi sento come se l’apocalisse sta per arrivare!

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

Strano, anche Elektra W0lf13 si sentiva così.

TUMBLR USER B3ST-H4T (DARILLYS)

Ah, lo sai come si dice? Le menti grandi la pensano allo stesso modo!

TUMBLR USER BLU3-CH1LD (AROUSH)

Ok! Il dado é tratto! Passo e chiudo!

Aroush chiude Tumblr.

kerli

Ah, che strano! Sia Elektra che Darillys si stavano comportando come se stesse per arrivare l’apocalisse!

SHIKA

Focusati, Aroush! Guarda in sù!

Aroush guarda nel cielo. E’ diventato tutto rosso, con tante nuvole scure. Fa molto buio, ci sono tanti lampi e tuoni. Ad un certo punto, due malefici occhi rossi appaiono in mezzo al cielo.

aroush

Oh mio Arceus!

shika

Dobbiamo correre in fretta!

kerli

Si!

Le ragazze corrono verso casa. Ad un certo punto, inciampano e rotolano verso un parco divenuto ormai spoglio. Il vento fa passare foglie di colori dal giallo al marrone, e vecchi volantini in vari alfabeti, davanti alle tre sorelle. La polvere si accumula di fronte ai piedi delle ragazze, facendo sembrare che i “dust bunny” possano muoversi.

kerli

A-ack!

aroush

Non vi preoccupate, sorelline! Ci penso io!

Un portale viola appare nel cielo. Due ragazze cadono dal portale. Si tratta di Elektra e Darillys. Poi, lo skateboard di Darillys cade sopra Darillys, e il portale si chiude. Le due ragazze si alzano, e le tre sorelle Halapsian si avvicinano a loro.

aroush

Oh! Che vi é successo?

elektra

Io sono Elektra Mgelidze.

darillys

E io sono Darillys Tishanev.

kerli

Tishan-ev? Non dovrebbe essere Tishaneva?

darillys

No, perché é in Albanese Caucasico. Traduzione del mio cognome originale.

SHIKA

Ah, capisco.

aroush

Loro sono mie mutual followers su Tumblr. Elektra é W0lf13, Darillys é B3st-H4t…

darillys

E tu sei Blu3-ch1ld! Yeet!

aroush

Esatto. Elektra viene da Tbilisi, e Darillys viene da Baku.

elektra

Rawr!

SHIKA

Le tre nazioni del Caucaso, per un’altra volta, ancora insieme!

scena 1

Si intravede la città di Xyronia. Si passa fra i palazzi, e appare un logo, che dice: “La ragazza con le ali d’angelo”.

Si zumma su un supermercato. “Supermercato Dova Dova Ye”.

La nostra protagonista, Dexnav Elledar, scende da una macchina nera.

Dexnav

Oh, glum, almeno ho trovato posto.

Dexnav va a prendersi il carrello.

carrelliere

Vuoi prenderti un carrello?

dexnav

Si.

carrelliere

Ti aiuto io!

Dexnav mette una moneta nel carrello ed entra nel supermercato.

Supermercato dova dova ye – 1

Dexnav sta correndo nel supermercato col carrello.

dexnav

Oooh, cosa mangierò oggi? Omm, sono sempre stata un’amante del khachapuri. Però in fondo io sono nera… gotica… potente quanto la pece. Non so, prenderò 10 barattoli di nero di seppia, 10 barattoli di colorante nero, 6 uova, un pacco di farina integrale nero…

Dexnav cammina col carrello in mano. Mette alcuni barattoli di nero di seppia nel carrello. Poi zumma via.

supermercato dova dova ye – 2

Dexnav intravede una ragazza della sua età, con i capelli lunghissimi e bianchi, che porta delle ali d’angelo. Gli occhi di Dexnav brillano. Dexnav si avvicina alla nuova ragazza, che si chiama Shinda Alairon.

dexnav

Ciao.

shinda

Ciao. Chi sei? Non ti ho mai visto prima d’ora.

dexnav

Io sono Dexnav Elledar! Vivo proprio accanto. In Via Calzascarpe 3.

shinda

Ah! Anch’io vivo in Via Calzascarpe 3. Mi sono appena trasferita. Comunque, mi chiamo Shinda Alairon.

dexnav

Ah! Che nome stupendo!

shinda

Anche il tuo lo é.

dexnav

Oh, Shinda. Fai qualcosa di specifico? Sei una cosplayer?

shinda

Non sono proprio una cosplayer però porto sempre queste ali d’angelo.

dexnav

Come mai?

shinda

Non sò, é nel mio stile. L’avrò visto in un sogno che ho fatto!

dexnav

Oh. Proprio il tipo di ragazza che piace a me!

shinda

Tu vivi ancora con i tuoi?

dexnav

Si. Mio papà Koraz, mia mamma Solfa, e il mio fratellino Denver.

shinda

Ah. Una famiglia stupenda!

dexnav

Si ma a volte ci sono dei litigi perché a volte la mia famiglia non mi sopporta, appunto, perché io sono molto gotica.

shinda

Si vede.

dexnav

Tu vivi da sola?

shinda

Si. I miei genitori sono ancora vivi. Mio papà si chiama Erimeo e mia mamma si chiama Perpugilliam. Ho anche una sorella più grande, di nome Vesperides. Però ho vinto una casa in un concorso di cucina di Khachapuri! Noi siamo di un paesino di circa 1000 persone, ma non troppo lontano da quà. Si chiama Eddelebese.

DEXNAV

Ah. Eddelebese. Mi sa che lo visiterò di tanto in tanto.

shinda

E io potrò andare a visitare la tua famiglia.

DEXNAV

Si, penso che questo sia l’inizio di una grande amicizia. Abbiamo la stessa età, no?

shinda

Si. Ho i capelli bianchi ma sono tinti.

DEXNAV

Si. Si vede.

shinda

Io sono nata il 16 Novembre 2001.

DEXNAV

Io sono nata il 6 Febbraio 2001.

shinda

Ah. Sei un pò più piccola di me.

DEXNAV

Tecnicamente si.

shinda

Io non ho un lavoro. Però… quel concorso che ho vinto…

DEXNAV

Si?

shinda

Quel concorso che ho vinto, é un concorso di cucina dei khachapuri!

DEXNAV

Davvero? Anche a me piacciono i khachapuri! In realtà, quel concorso, era la mia idea.

shinda

Ah. Capito. Quindi oggi che si fa, ti porto a casa?

DEXNAV

Certo che mi porti a casa.

shinda

Sei la mia migliore amica che io possa mai avere.

DEXNAV

Anche tu.

shinda

Io c’é l’ho una macchina, posso fartela vedere, se vuoi.

DEXNAV

Va bene.

Shinda e Dexnav fanno shopping insieme e poi escono dal ristorante.

parcheggio del supermercato dova dova ye – 1

Shinda e Dexnav posano i carrelli.

carrelliere

Oh, guarda chi si rivede! E hai portato una nuova amica!

shinda

Certo che l’ha portata!

DEXNAV

Adesso si torna a casa!

parcheggio del supermercato dova dova ye – 2

Shinda mostra la sua macchina a Dexnav. E’, ovviamente, una macchina bianca.

shinda

Questa é la mia macchina.

DEXNAV

E’ molto carina!

shinda

Si, lo so che ti piace. Bianco come la speranza!

Shinda mette i sacchi della spesa nel cassonetto dei bagagli, poi Shinda e Dexnav entrano in macchina e vanno a casa di Shinda.

via calzascarpe 3 – esterno – 1

Dexnav e Shinda escono dalla macchina di Shinda.

shinda

Eccoci! Siamo a casa!

DEXNAV

Qual’é la tua casa?

Si vede la cassetta del citofono. I nomi scritti:

ฅ^•ﻌ•^ฅAngelPureฅ^•ﻌ•^ฅ – Elledar

Delta-Smooth – Edelweiss

Namur – Keaside

Sympsoy – Dragur-Lobiani

Vts’ukvar – Fartashian

DEXNAV

Non vedo il nome “Alairon”.

shinda

Io sono AngelPure.

DEXNAV

Ah, potevo capire.

shinda

Ma che potevo capire, questi sembrano screenname di un sito internet dei Pokémon!

DEXNAV

Si.

Dexnav clicca sul citofono “Elledar”.

DEXNAV

Papà?

Koraz (citofono)

Dexnav?

DEXNAV

Non sarò da voi, sarò nell’unità familiare AngelPure.

koraz (citofono)

Ah, la casa vinta nel concorso di khachapuri?

DEXNAV

Si.

KORAZ (CITOFONO)

Chi ci vive?

shinda

Ci vivo io! Shinda Alairon!

KORAZ (CITOFONO)

Ah, Dexnav si é fatta una nuova amichetta!

DEXNAV

Si.

Dexnav e Shinda entrano nella porta del palazzo.

Angelpure – ingresso – 1

Dexnav e Shinda entrano a casa di Shinda.

DEXNAV

Oh, quindi questa é casa tua?

shinda

Si.

DEXNAV

E’ bellissima! Ed é molto bianca!

shinda

Si.

DEXNAV

Mi piace moltissimo!

shinda

E a me piaci tu.

Shinda bacia Dexnav sulla guancia e le accarezza i capelli. Le due ragazze si abbracciano.

SCENA 1

La camera passa per i monti del Caucaso verso Tbilisi. Un logo appare: “Mglebis Mits’a – Terra dei Lupi”.

Una bambina di cinque anni si sveglia. Il suo nome é Fiffi Virsaladze. Beh, tecnicamente si chiama Bedisa Virsaladze, ma viene chiamata Fiffi da “Frog”, ovvero rana in inglese, infatti porta un cappello che assomiglia ad una rana.

Ma quello che Bedisa “Fiffi” Virsaladze, nata il 28 maggio 2014 a Tbilisi, Georgia (saKartvelo, non quella degli Stati Uniti) non sa, é che lei é la prescelta.

fiffi

Il mio nome é Bedisa Virsaladze, ma tutti mi chiamano Fiffi. Ho cinque anni e porto un cappello a forma di rana. Vivo a Tbilisi, saKartvelo, con i miei genitori, e mia sorella maggiore Elene, che ha 15 anni.

mamma di fiffi

Ma che, ti metti sempre a fare sto monologo?

fiffi

Uff! Dici così ogni volta!

Fiffi si veste, si mette il suo cappello da rana, e scende giù a fare colazione. Bicchieri di matsoni, uova sode, e frittelle machkatebi con crema di pistacchio.

papa’ di fiffi

Come state, figlie mie?

fiffi

Benissimo! Io voglio andare a catturare rane con te e mamma e Nelly!

elene

Come mi hai chiamato?

fiffi

Non posso chiamarti Nelly?

mamma di fiffi

Immaggino… Nelly é un soprannome normalissimo.

elene

Io non voglio essere chiamata Nelly. Io voglio essere chiamata o Elene o Eliko.

fiffi

K’argi dis!

“K’argi dis” vuol dire “Ok sorellona” in georgiano.

elene

Fra un pò io vado a scuola e i miei al lavoro.

FIFFI

Mi mancherete! Mi lasciate con una babysitter un’altra volta?

mamma di fiffi

Ovvio, con chi pensi che ti lasciamo?

La mamma abbraccia Fiffi. La mamma, il papà, ed Elene escono di casa.

elene

Droebit!

Scena 2

fiffi

E ora si aspetta la mitica babysitter! Chissà se la nuova babysitter mi preparerà il khachapuri al pistacchio! Io voglio il khachapuri al pistacchio! Esiste il khachapuri al pistacchio?

Ma la babysitter non arriva. Invece, un ciondolo a forma di rana appare inavvertitamente. Fiffi se lo mette. Dal ciondolo appare un mostriciattolo che assomiglia ad un lupo rosso.

fiffi

Sei un Pokémon? Preferivo una rana.

OCH’op’int’re

Io sono Och’op’int’re. Il tuo animale totemico e protettore. E tu… e tu, Bedisa di casa Virsaladze, sei la prescelta.

fiffi

Chiamami Fiffi, kupo.

Kupo non é una parola georgiana. E’ il verso dei moogle in Final Fantasy… ma sia Final Fantasy che Saki sono creati da Square Enix quindi si finisce che si ritorna sempre la.

OCH’op’int’re

Tutto cominciò all’inizio del mondo. Il Dio, Morige, e la Dea, Ghmerti, stavano lottando per creare l’universo. Morige si arrabbiò e trasformò Ghmerti in un demone. Morige e Ghmerti si sfidarono a vicenda creando le cose più furbe e strampalate. Io sono una tra le cose create da Morige. Alla fine, Morige e Ghmerti decisero che questa sfida non si poteva vincere, Morige si ritirò nel paradiso, lo Zesk’neli, mentre Ghmerti si ritirò nell’inferno, lo Kvesk’neli. Anni passarono, e questo piano d’esistenza, il Ts’ina Samq’aro, si modernizzò. Ma c’é un’altro mondo, Uk’ana Samq’aro, dove può andare solo il prescelto, con una trasformazione spirituale, una Gardatsvaleba.

fiffi

Una morte?

OCH’op’int’re

Simile ad una morte, ma non proprio. Diciamo che la Gardatsvaleba é una morte speciale.

fiffi

Huh?

och’op’int’re

E’ simile ad un teletrasporto, kupo!

fiffi

Ora ci metti tu a dire kupo!?!

och’op’int’re

E’ contagioso, piccola Fiffi!

fiffi

Sono pronta ad entrare nell’Uk’ana Samq’aro.

och’op’int’re

sami, ori, erti… YEEE!

SCENA 3

Fiffi e Och’op’int’re si trovano nell’Uk’ana Samq’aro, un mondo magico con cieli e mare arancioni, e suolo rosso.

fiffi

Questo sarebbe l’Uk’ana Samq’aro?

Och’op’int’re

Si, é la mia casa, e da ora anche la tua.

FIFFI

Anche la mia?

och’op’int’re

Almeno temporaneamente.

fiffi

Cos’é questo vestito e questi segni strani che sento dietro le spalle?

och’op’int’re

Non capisci? Sei una Nats’iliani! Una ragazza segnata dal destino… Una prescelta. E questi segni, sono i miei Nats’ili.

fiffi

Ho capito! Sono una ragazza magica?

och’op’int’re

Puoi dire così. In questa forma sei capace di usare un’energia magica chiamata Varsk’otsneba. La devi usare per combattere i mostri che vivono nell’Uk’ana Samq’aro!

fiffi

E che mostri ci sono?

och’op’int’re

Mostri di un sacco di tipi, mia cara!

Fiffi ed Och’op’int’re incontrano un demone. Per l’esattezza si tratta di un Ali. Un demone che nella mitologia georgiana affliggerebbe le donne incinte. Quà si azzanna anche contro le bambine e ha poteri del fuoco.

ali

RAWR!

och’op’int’re

Questo é un Ali. E’ un demone che odia le bambine mocciose e prepotenti come te!

fiffi

Miighet es!

Una lotta tra Fiffi e l’Ali. Vince Fiffi.

fiffi

Ho vinto!

och’op’int’re

Ma non é finita quì. Durante questo lungo viaggio devi attraversare sette montagne. La prima, l’hai sconfitta venendo quì da Tbilisi. La seconda, la stiamo per scalare. Fortunatamente noi abbiamo poteri magici.

Fiffi e Och’op’int’re scalano la montagna, e scendono dall’altro lato di essa. Fiffi si prende Och’op’int’re e commincia a camminare con Och’op’int’re in braccio.

Scena 1

Fiffi ed Och’op’int’re scendono dalle seconde montagne e arrivano nel secondo layer dell’Uk’ana Samq’aro.

fiffi

Umf. Sono arrivata. Perché mi sento un pò più grande?

OCh’op’int’re

Cavalcare la montagna ti ha fatto crescere di un anno.

fiffi

Strano.

och’op’int’re

Non tanto. Il mio mondo funziona così!

fiffi

Pensi che incontreremo un nuovo nemico?

och’op’int’re

Siamo nell’Uk’ana Samq’aro! I mostri e demoni sono dappertutto!

fiffi

Vero.

Un Devi con due teste entra in scena e da un pugno. Fiffi ed Och’op’int’re lo scansano.

devi

Grooar.

och’op’int’re

Questo é un Devi. E’ un tipo di orco. Solo tu lo sai come sconfiggere.

fiffi

Diakh. Devo solo ascoltare il mio cuore! Apetkeba potlebi!

Fiffi crea un vortice di foglie che arrive in faccia al Devi, che cade a terra e si disintegra.

devi

Yaa-agghr… Piccola ragazzina scatenata…

???

Ey! Ciao nuovi amici!

fiffi

Ei, Och’op’int’re, chi é lei?

OCH’OP’INT’RE

Anche lei é una Nats’iliani. Specificamente… lei é la Nats’iliani dell’aria. Tu sei la Nats’iliani delle piante e degli alberi.

fiffi

Me mesmis.

Me mesmis vuol dire “ho capito” in georgiano.

???

Il mio nome é Enkhtuya Sakura Meiling Yoona Chong, ma tutti mi chiamano Esme. Ho sei anni… almeno credo?!? Queste montagne fanno uno strano effetto. Sono nata e cresciuta nella ridente cittadina di Windmark, ma sono di origini mongole, coreane, cinesi, e giapponesi.

fiffi

Piacere di conoscerti, Esme. Io sono Bedisa Virsaladze, ma mi chiamano tutti Fiffi. Carino, huh? Mi chiamano Fiffi perché porto sempre un cappello a forma di rana.

esme

Si, capisco. Io mi trovavo in camera mia, mi sono addormentata, e subito dopo mi sono svegliata quà. Strano, huh?

fiffi

Io sono nata a Tbilisi, saKartvelo. Credo che noi due abbiamo attorno alla stessa età.

esme

Tbili-che?

och’op’int’re

In mezzo alla Russia e alla Turchia.

esme

Tu parli!?! Non sei un peluche?

och’op’int’re

Io sono Och’op’int’re, guardiano della natura. Sono stato io a portare Fiffi quì.

esme

Octo pintre? Che nome buffo!

fiffi

Puoi chiamarlo solo Och’ per diminutivo.

och’op’int’re

Ei! Il mio nome va bene!

och’op’int’re

Quindi, voi due siete due delle prescelte, ovvero… le Nats’iliani. Esme, tu sei la Nats’iliani dell’aria. Fiffi, tu sei la Nats’iliani delle piante.

ESME

Okay-o!

Esme tira il suo pugno in alto.

och’op’int’re

Coraggio, ragazze! Ci sono ancora cinque montagne da attraversare!

FIFFI

Va!

Och’op’int’re, Fiffi, ed Esme attraversano la terza montagna.

scena 1

Fiffi, Esme, ed Och’op’int’re scendono dalla terza montagna dell’Uk’ana Samq’aro. Appena scesi, Esme si disintegra.

fiffi

Ma come, Esme si é disintegrata?

och’op’int’re

Si. Si vede che quella non era la vera Esme Chong, era solo un’illusione, un’ologramma.

fiffi

Quindi Esme Chong esiste davvero?

och’op’int’re

Può essere. Forse nel lontano passato, forse nel lontano futuro…

fiffi

Huh. Questo vuol dire che siamo solo noi due.

och’op’int’re

Si.

fiffi

Io e un cane col nome strano.

och’op’int’re

Ei! Il mio nome non é strano!!

fiffi

Per alcuni lo é.

och’op’int’re

Giusto. Lo sai come sono le ragazzine di oggi.

fiffi

Ho solo cinque anni…

och’op’int’re

Tecnicamente in questo momento ne hai sette.

fiffi

Vero.

och’op’int’re

Andiamo alla ricerca di nuovi mostri da sconfiggere!

Due demoni-streghe, le Doblini, appaiono. Una Doblini si azzanna contro Fiffi e l’altra si azzanna contro Och’op’int’re.

doblini 1

Gre-arr!

doblini 2

Gro-urr!

fiffi

Non ti preoccupare!

och’op’int’re

Ci penso io!

Och’op’intre si trasforma nella sua forma di fenice (o p’askunji) e spara un raggio di fuoco a Doblini 2.

doblini 1

Whap?

fiffi

Sei un mutaforma?

och’op’int’re

Ho tre forme. Tu prima hai conosciuto la mia forma q’ursha. Questa é la mia forma p’askunji. Ho anche una forma rashi, ovvero un alicorno.

fiffi

Oi! Forte!

doblini 1

Gra-awr!

Doblini 1 si azzanna contro Fiffi, che la scansa.

fiffi

Non urtare i miei amici!

Fiffi crea una sfera di energia rossa e bianca e la scaglia contro di Doblini 1.

Doblini 1 e Doblini 2 si disintegrano.

och’op’int’re

Sei stata forte, ragazza! Adesso saliamo sulla quarta montagna!

Fiffi e Och’op’int’re salgono sulla quarta montagna.

scena 2

Fiffi e Och’op’int’re scendono dalla quarta montagna.

fiffi

Forte! Adesso ho otto anni!

och’op’int’re

Alcuni possono dire che cresci molto velocemente.

fiffi

Lo so. Questo mondo non funziona come i mondi normali.

och’op’int’re

No! Funziona come i mondi normali, perché questo é l’Uk’ana Samq’aro!

och’op’int’re

E l’Uk’ana Samq’aro E’ un mondo normale!

Un gveleshap’i (persona-serpente simile ai naga ma con poteri acquatici) si avvicina a Fiffi ed Och’op’int’re.

gveleshap’i

Ra-arr!

och’op’int’re

Questo é un gveleshap’i. E’ un serpente con poteri acquatici.

fiffi

Capisco. So quello che devo fare! Ch’anch’ik’ebi!

Fiffi tira dei fulmini al Gveleshap’i, che sparisce.

och’op’int’re

Sei mitica! Beh, in più modi che uno. Adesso si sale sulla quinta montagna.

Fiffi ed Och’op’int’re salgono sulla quinta montagna.

scena 1

Si vede uno shot della città di Xyronia. Un logo appare: “Pillole di Actau”.

Si passa alla camera da letto di Actau stessa. Actau si sta svegliando.

actau

Oh, ho fatto un brutto sogno.

Miruru balza sul letto di Actau.

miruru

Meow!

Actau accarezza Miruru.

actau

Ah… dolce gattina. Oggi é l’alba di un nuovo giorno! Hi-yaa!

Actau si alza, si veste, e va in cucina. Miruru la segue.

scena 2

Actau e Miruru sono in cucina. Actau sta prendendo una scatola di cibo per gatti.

actau

Eccoti i croccantini!

miruru

Meow!!

Actau mette i croccantini nella ciotola. Poi, Actau si va a preparare una tazza di latte e cinque biscotti, e li mangia a tavola.

Appena finisce di fare colazione, Actau va a lavare i piatti. Miruru salta nelle braccia di Actau.

Miruru

Purr… wew.

actau

Chi é una brava ragazza? Chi é una brava ragazza?

miruru

Mew-weow!

Actau e Miruru escono.

scena 3

Actau e Miruru stanno passeggiando per i vicoli di Xyronia.

miruru

Meow?

actau

Che c’é, Miri? Ti senti un po strana? Non ti preoccupare, non é nulla, daijoubu!

miruru

Meow!!!

Ad un certo punto, un bel ragazzo corre verso di Actau e Miruru. Ovviamente, si tratta di Sorrel!

sorrel

Panf, panf.

miruru

Meow?!

actau

Che c’é, perché corri?

sorrel

Mi é sembrato di vedere un fantasma!

actau

Non averne paura! Comunque, io sono Actau e lei é Miruru!

miruru

Meow!

sorrel

Chiamatemi Sorrel!

actau

Sei un bel figo! Vivi da queste parti?

sorrel

Si, un pò più in fondo.

actau

Io vengo da una strada dall’altro lato.

sorrel

Ah. Infatti stavo proprio per andare lì. Una corsa mattutina come tutte! Hiya!

actau

Aww…

miruru

Meow?

sorrel

Non ti preoccupare, Miruru!

actau

Aww… l’hai chiamata per nome!

Actau abbraccia Sorrel. I due ragazzi e Miruru ricominciano a camminare.

Ad un certo punto, il fantasma appare. Si tratta di Spook!

spook

Sciao, raga! Che ci fa?

sorrel

Aah! E’ lui! Il fantasma!

spook

Non preoccupatevi. Il mio nome é Spook. Sono morto mille anni fa. Adesso, il mio fantasma si é risvegliato! Per riportarmi in vita, dovete catturare le cento stelle magiche!

actau

Conta su di noi! Hi-yah! Comunque, io sono Actau, il gatto é Miruru, e lui e Sorrel!

spook

Saremo un team perfetto! Fufufufu!

sorrel

Ma che? Non sai che potrebbe succedere!

actau

Non averne paura! Io so cosa sto facendo!

sorrel

Non lo sai!

actau

Lo so!

sorrel

Non lo sai!

actau

Lo so!

sorrel

Non lo sai!

actau

Lo so!

sorrel

Non lo sai!

actau

Lo so!

sorrel

Non lo sai!

miruru

Meow!

actau

Oh, cara…

Actau accarezza Miruru.

spook

Ey, quella non é una stella magica?

actau

Sembra proprio di si! Catturiamola!

miruru

Meow!

Spook, Actau, Miruru, e Sorrel corrono verso la stella. Actau la prende.

spook

Hai preso una stella magica! Ora mettila dentro il mio corpo!

actau

Va bene!

miruru

Meow.

Actau mette la stella dentro il corpo di Spook.

spook

Ah, già mi sento ringiovanito!

miruru

Meow!

scena 1

Si vedono alcuni palazzi della stramitica cittadina di Xyronia. Un logo appare: “Vita a Xyronia”.

Si entra a casa Halapsian, dove si vede Aroush dormire.

Aroush si sveglia.

aroush

Ah. Ho fatto un bel sogno. Si vede che questo sarà un grande giorno.

Aroush si alza, si veste, e va in cucina. In cucina ci sono i genitori di Aroush, Vartan e Shalig, e le sorelline di Aroush, Shika e Kerli.

vartan

Buongiorno, Aroush! Dormigliona come sempre, heh?

aroush

Si.

kerli

Come dire!

shalig

Oggi ho preparato kefir con pezzi di mela, pinoli, mirtilli, miele, e succo di limone.

aroush

Ah, molto buono! Il mio preferito!

shika

Lo sappiamo tutti!

kerli

Itadakimasu karimashou!

Aroush si siede e mangia insieme alla sua famiglia.

vartan

Oggi é una bella giornata, non trovi?

aroush

Yap.

shalig

E pulisciti bene!

aroush

Si, mamma!

Gli Halapsian finiscono di mangiare.

shika

Aroush, ci porti a scuola?

aroush

Si.

Shika, Aroush, e Kerli si alzano ed escono dalla cucina.

scena 2

Shika, Aroush, e Kerli stanno passeggiando per Xyronia.

kerli

Guardate in alto! E’ un uccello?

shika

Non credo… E’ un aeroplano?

aroush

No! Ma che credete! Non é altro che il fighissimo e potentissimo… Air Man!

Si vede Air Man che vola. Air Man scende giù dalle ragazzine Halapsian.

air man

Uelà, ragazzine! O preferireste un bel Gamarjoba? Barev? Trumpallero Trumpallà? Niente paura, piccole, i furfanti li sconfiggo sempre io!

kerli

Ah, Air Man, perché sei venuto quà?

air man

Beh, piccola, é perché il destino ha in serbo grandi cose per noi!

kerli

Serbo? Ma che, non siamo mica in Serbia! Pervinca, forse casomai per puro caso, lo siamo! Mi piacerebbe essere serba! Evviva il serbo! Falkland je Serbija!!!!

air man

Serbo o non serbo, sono pur sempre un supereroe! Tay-yah!

aroush

Ebbravo ragazzo.

air man

Diakh.

shika

E ti metti pure a parlare in georgiano! Oh mio Arceus!

air man

Droebit, ragazze, ci vedremo unn’altra vota!

Air Man ruffola i capelli della nostrissima Kerli e poi vola via.

kerli

Era un tipo strano, quello!

shika

Lo so!!! Ma rende l’idea!

aroush

Vero, incontrarne, di tipi così. Vabbé che a Xyronia abita molta gente strana!

shika

Tipo il prof Guzekin!

Kerli, Shika, e Aroush camminano ancora per un pò, verso l’Accademia Feryx.

scena 3

Kerli, Shika, e Aroush si trovano davanti all’Accademia Feryx.

aroush

Ciao, ragazze, e vi raccomando, fate le brave!

kerli

Non serve raccomandarci, lo faremo lo stesso! Tai-yah!

Aroush abbraccia le sue sorelline, e le ruffola i capelli, poi Aroush se ne va via, mentre Kerli e Shika entrano a scuola.

scena 4

Aroush cammina per tornare a casa, e si imbatte in due gemelle, Shota e Asura Nephilim.

shota

Gamarjoba, buona fanciulla! Kupo de! Io sono Shota Nephilim, e lei é mia sorella gemella Asura!

asura

Beh, io sono Asura Nephilim, e il dado é tratto. Vedo che ti possa interessare qualcosa!

aroush

Non credo, sono appena tornata dal lasciare le mie sorelline a scuola.

shota

E si vede. Basicamente, proprio come il dado di Asura era tratto, e proprio come Paul McGann é un bel figo, vi vogliamo invitare in una magica società segreta a cui apparteniamo anche noi: gli Innatimulli!

aroush

Innatimulli? Sembra interessante, ci andrò!

shota & asura

Evvai!

aroush

Quindi, quando é che comincio?

SHOTA

Se vuoi, anche ora.

aroush

Non c’é bisogno di chiamare i miei genitori?

asura

Ma se é segreta!?!

aroush

Ho capito, e il dado é tratto! Anche se di solito non siamo molto serbe, tranne quando lo siamo, sti Innatimulli hanno molto in serbo per me!

SHOTA

Ok. Quindi tu oggi vieni con noi!

asura

Ti dobbiamo mostrare al capo!

aroush

Ca-capo? Quale capo?

SHOTA

Ma la contessa vampira stessa! La miticissima, e misteriosissima, Cherbela Wainwright!

aroush

Ah. Non vedo l’ora d’incontrarla!

asura

Beh, perché non l’hai mai vista! Fufufufufu!

aroush

Allora, si parte!

Aroush, Shota, e Asura spariscono in un puff viola.

scena 5

Aroush, Shota, e Asura si trovano davanti ad un castello degli Innatimulli.

aROUSH

Wow, quindi questa é…

SHOTA

Questo bel castello é Innatimulli Hayastan.

asura

Ovvero, la base armena degli Innatimulli.

aroush

Ah, quindi gli Innatimulli hanno molte basi in giro per il mondo?

SHOTA

Si. Perfino nella nostra Xyronia.

aroush

Vivete a Xyronia anche voi?

asura

Si.

aroush

Come mai non vi ho mai visto neppure a scuola?

SHOTA

Non siamo molto notabili.

asura

Anche perché noi due gemelle siamo molto misteriose, proprio come una vera Innatimulli dovrebbe essere! Fufufufufu!

SHOTA

Comunque, proprio come il dado é tratto, Innatimulli Hayastan é la prima base degli Innatimulli, e quindi anche quella più importante.

asura

E’ stata costruita nel 995, anno in cui gli Innatimulli sono stati fondati!

SHOTA

Il loro dado é stato tratto per centinaia e centinaia di anni!

aroush

Ma come mai parli sempre di dadi?

SHOTA

Mi piacciono i dadi! Fufufufufu!

asura

Apriti, piccola albicocca unicornosa sesamosa!

Il ponte di Innatimulli Hayastan si apre e cade sopra il fossato. Aroush, Shota, e Asura camminano sul fossato. Shota e Asura aprono il portone. Aroush entra nel castello, seguita da Shota e Asura.

scena 6

Aroush, Shota, e Asura camminano nella entrance hall di Innatimulli Hayastan. Il portone si chiude da solo. I candelabri si accendono da soli, illuminando il castello in molti colori sgargianti. Un sacco di pipistrelli appaiono, si avvicinano creando una forma umanoide, e poi, con un puff viola, si trasformano nella Contessa Vampira Stessa: Cherbela Wainwright!

cherbela

Salve, ragazze. Vedo che avete portato una nuova recluta. Come potete vedere, io non sono altro che la Contessa Vampira Stessa, e Capo Ufficiale degli Innatimulli, Cherbela Wainwright! Hyah!

aroush

Salve, Contessa Vampira Stessa. Io sono Aroush Halapsian, ho 18 anni, e vivo a Xyronia con i miei genitori e le mie due sorelline.

cherbela

Halapsian? Ti chiami Halapsian? Fufufufufu!

aroush

Che c’é di strano in chiamarsi Halapsian? Conosco persone che di cognome fanno Ghapjenardraghutyunyunyan!

cherbela

Lo so, lo so. E’ solo che… Halapsian… Anvedi, cognomi tipo Halapsian sono andati fuori moda più di tre secoli fa!

aroush

Comecomecome, andati fuori moda, la moda non esiste! E’ solo un costrutto sociale!

cherbela

Lo so!

aroush

Allora come mai me lo hai fatto notare?

cherbela

Perché le tue sorelle vanno a scuola con mia sorella e mio fratello!

aroush

Anche tu di Xyronia?

cherbela

Diakh.

aroush

Ma siamo tutti di Xyronia quì agli Innatimulli? Pensavo questa fosse una setta internazionale!

cherbela

Tecnicamente lo é, ma una buona parte di Xyronia é parte degli Innatimulli, e una buona parte degli Innatimulli é di Xyronia e dintorni.

aroush

Mesmis!

Cherbela e Aroush si abbracciano.