Fiffi e Nelly incontrano Darillys ed Elektra

A Xyronia, nell’Isola del Loto, vivevano due fidanzate, di nome Nelly e Fiffi. Entrambe avevano 15 anni, ed erano scherzosamente definite “le Virsaladze”, siccome entrambe portavano un cappello raffigurante una ranocchia con questo nome.
Nelly e Fiffi stavano passeggiando nei vicoli di Xyronia.
Nelly: Ey Fiffi!
Fiffi: C’è qualcosa?
Nelly: Stavo pensando che non conosciamo molte altre lesbiche.
Fiffi: No, beh che dici.
Nelly: Si ho capito cosa intendi ma –
Nelly si sentiva sopraffatta. Notò due altre ragazze, di 18 anni, entrambe di origini medio-orientali, che stavano camminando verso di loro. Una di loro aveva capelli verde acqua in due codine, pure i suoi occhi erano verde acqua, ed era vestita come una skater. L’altra era più bassa e trasandata, dagli occhi gialli e i dreadlock grigi e rossi.
Fiffi: Secondo te loro sono lesbiche?
La ragazza dai capelli verde acqua fece un gulp.
Ragazza verde acqua: Umm…
Ragazza trasandata: Rawr! Che fanciulle spiritose!
Nelly: Ma che fanciulle e fanciulle! Io sono Nelly e lei è Fiffi.
Fiffi: Io amo le rane e specialmente amo Virsaladze che è la rana del mio cappello, kupo!
Ragazza trasandata: Virsaladze è anche un cognome nella nazione della Georgia o saKartvelo, da dove provengo io.
Fiffi: E’ una coincidenza, sicuro.
Ragazza verde acqua: Comunque io mi chiamo Darillys Tishabek. Prima mi chiamavo Darillys Farahyeva, ma traducendolo in Udi, ovvero Albanese Caucasico, Farahyeva divenne Tishabek.
Ragazza trasandata: E io sono Elektra Mgelidze! Rawr!
Darillys: Io sono azera ovvero albanese caucasica, e lei è georgiana. Abbiamo anche un’amica armena di nome Aroush che vive con noi. Ci siamo trasferite qua un paio di giorni fa, per aiutare il prof Guzekin.
Nelly: Le mie origini sono dell’Isola del Loto da millenni. E lo sono pure quelle di Fiffi, però noi abbiamo un bel po’ di immigranti, molti di loro sono robot, alieni, o persone magiche.
Fiffi: Molte persone vengono a Xyronia per via dei suoi avvenimenti paranormali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *