*Nella casa dove le nazioni del Caucaso convivono, la nostra Azerba è ancora a letto…*

NAGORNO-KARABAKH: Azzy! Svegliati!

AZERBAIGIAN: Oh? Che? *si sveglia e si alza dal letto* NK! Che ore sono?

NK: Sono le cinque e mezza…

AZERBAIGIAN: EEEH! La notte è ancora giovane!

NK: Si ma… Qui sono sveglio soltanto io e mi sentivo solo…

AZERBAIGIAN: Fammi un favore, signorino Dağlıq Yuxarı Raven Way Qarabağ!!!

NK: Raven wa… che?

AZERBAIGIAN: Senti ma te ne stai zitto? Ti chiudo nell’armadio.

*Azzy chiude Nagorno-Karabakh nell’armadio, si veste, e scende da casa dalla finestra su uno skateboard*

AZERBAIGIAN: Ecco fatto. Il rampollo è chiuso in casa. Spero che Armenia lo noti il più tardi possibile.

*a tutto un tratto Azzy riceve una chiamata sul suo cellulare*

???: Ey… mi puoi aiutare con delle scatole?

AZERBAIGIAN: Certo. Tutto per non arrabbiare mia… uh… cugina.

???: Oh numero sbagliato ma mio marito non torna…

AZERBAIGIAN: Devi trasferirti?

???: Si ovvio, voglio andare a vivere nelle Hawaii o ai Caraibi.

AZERBAIGIAN: Ma che Hawaii, che Hawaii, che Caraibi, che Caraibi. No, non trasferitevi la. Invece, perché non andare a vivere nel mitico, fatalosissimo, Azerbaigian? Non ve ne pentirete, divertimento assicurato!

???: Azerba-che? Ma te sei seria? Abbiamo già prenotato! E poi in Azerbaigian ci sono stata una volta in vacanza quando avevo sei anni. Beh non era una vacanza, i miei genitori dovevano lavorare temporeanamente la. Poi sono dovuti tornare il giorno dopo. E poi a MIA CUGGINA! é arrivata la iella. Capisci?

*la chiamata si chiude*

AZERBAIGIAN: O, trasferirmi… trasferirmi… Ma certo! Ottima idea! E se mi chiudessi in un camion, tentando di scappare di casa?

NAKCHIVAN (dal balcone): Ey!

AZERBAIGIAN: Nak?

NAKCHIVAN: Azzy?

AZERBAIGIAN: Se scappo di casa e non torno più, pretendi tu di essere la Repubblica di Azerbaigian.

NAKCHIVAN: Ah, è così che funziona?

AZERBAIGIAN: Si. Azerbaigian non è una persona… è un feeling.

NAKCHIVAN: Te sei una nazione.

AZERBAIGIAN: Una ninfa.

NAKCHIVAN: La ninfa *di* una nazione.

AZERBAIGIAN: Esatto. Io sono capace di conquistare il mondo.

NAKCHIVAN: Non lo sei

AZERBAIGIAN: Lo sono

NAKCHIVAN: Non lo sei

AZERBAIGIAN: Lo sono

NAKCHIVAN: Non lo sei

AZERBAIGIAN: Lo sono

NAKCHIVAN: Fa lo stesso

*Azerbaigian scappa via sullo skateboard*

CANZONE  – AZERBANIA

Sakartvelo ha la graziosa Tibillisi, Hayastan ha la stupenda Yerevan

E il vero Azerbaycan ha la tenera Bakù

Ma il nostro Azerbaigian globale

Azerbania ne è la capitale

E non solo a Natale

Proprio come Tibillisi, Yerevan, e Bakù

Azerbania, città azzerbata

I suoi abitanti, gli Azerbaniani!

I Georgiani a Tibillisi, gli Armeni ad Yerevan

E semplicissimi Azeri vivono a Bakù

Ma i nostri Azerbaniani, i nostri Azerbaniani

AzerbaGaia, AzerbaSalvo, AzerbaMaurizio, AzerbaDova

Sono in Azerbania, sono in Azerbania

Città azzerbata, città azzerbata

Del nostro Azerbaigian globale

Ne è la capitale

E non solo a Natale

Proprio come Tibillisi, Yerevan, e Bakù

Azerbania!

FINE CANZONE

AZERBAIGIAN: Toh, un camion! Chissà se lo so aprire…

*Azzy tenta di aprire il camion. Non ci riesce, quindi ci sale sopra*

AZERBAIGIAN: Oh, Skateboard. Mi capisci solo tu.

SKATEBOARD: Non è vero.

AZERBAIGIAN: Huh?

SKATEBOARD: Io sono Skateboard, sono la ninfa di tutti gli Skateboard.

AZERBAIGIAN: Ninfa di tutti gli skateboard?

SKATEBOARD: Si.

AZERBAIGIAN: Che strano.

SKATEBOARD: Si, si sa com’é. Tu hai detto “Skateboard, mi capisci solo tu” e sono nato io.

AZERBAIGIAN: Beh, se tu sei la personificazione di tutti gli Skateboard, allora tu mi capisci.

SKATEBOARD: Non ho mai detto che io non ti capisco. Ovviamente io ti capisco… E so anche chi sei…

AZERBAIGIAN: Ooh…

SKATEBOARD: Ti capiscono in tanti… *scende dal camion e sparisce nel nulla*

*poco dopo, a casa del Caucaso*

ARMENIA: Artsakh! Dove sei!

NAKCHIVAN: Non c’é… mi dispiace.

ARMENIA: Che gli è successo?

NAKCHIVAN: La stessa cosa di tutti i giorni…

ARMENIA: Non dirmi che Azerba lo ha rinchiuso di nuovo nell’armadio.

NAKCHIVAN: Eeh… uhm…

ARMENIA: Vado a controllare.

*Armenia va nella stanza di Azzy e apre l’armadio*

NK: Hayastan! Sorellona! *abbraccia Armenia*

ARMENIA: Artsakh!

NK: Mi sentivo così solo!

ARMENIA: Non ti preoccupare. Che è successo, Artsakh? Azerbaigian ti ha urtato di nuovo?

NK: No… ma mi ha rinchiuso nell’armadio… era come un’incubo…

ARMENIA: Ah, lo so, piccolino! Ma non ti preoccupare! Dei nuovi vestiti, una nuova colazione, guardiamo alcuni episodi del mio spinoff amatoriale dei Simpson, e ti scorderai di tutto!

*dopo un po, Armenia e NK sono seduti sul letto di Armenia*

NK: Hayastan. Non faresti meglio a chiamare Azzy?

ARMENIA: *prende il telefono* Azzy?

AZERBAIGIAN *al telefono*: Kitstan!

ARMENIA: Eh eh. Sti soprannomi come li sai dare solo tu. Comunque, torna a casa, ti prego!

AZERBAIGIAN: Perché?

ARMENIA: Ho liberato Artsakh…

AZERBAIGIAN: COSACOSACOSA!?!

ARMENIA: Te lo sai che io lo faccio tutti i caucasantissimi giorni…

AZERBAIGIAN: Eh. Va be. Torno.

*Nella stanza di Georgia e Imerezia*

GEORGIA: Imiko!

IMEREZIA: Si? Kartiko?

GEORGIA: Yeah. Ho sfornato Khatchapuri per tutti!

IMEREZIA: Sei la più brava cuoca che abbia mai conosciuto!

GEORGIA: Ti stimo, sorella!

ABCASIA: Rendetemi partecipe!

IMEREZIA: Aphsniko!

GEORGIA: Eh. Ricordo tanto tempo fa, quando hai adottato Aphsny.

ABCASIA: Il Caucaso è l’unica famiglia che ho conosciuto.

OSSEZIA DEL SUD: Eh… tempi lontani…

GEORGIA: Iryko!

OdS: Ye.

ABCASIA: Tu sei di origine sarmata, no?

OdS: Si… Le sorelle che hanno dato vita alla lingua Indo-Europea. Scizia, Sarmatia, e Cimmeria. Nel 471 nacque l’Alania, anch’essa figlia della Sarmatia… separata dai suoi fratelli da orde di invasori.

GEORGIA: Anche tu sei cugina di Russia, Ucraina, e Bielorussia.

OdS: Però mi sento più vicina a voi, mentre la mia sorella gemella si sente più vicina alla famiglia slavica.

ABCASIA: E’ così che funziona, no?

OdS: L’Osseto è una lingua molto diversa dal russo…

IMEREZIA: Era tanto tempo fa… Credo si siano separate tipo nel 900 avanti cristo…

*Nagorno-Karabakh entra nella stanza*

NK: Ciao ragazze!

ABCASIA: Ciao Karabakh.

OdS: Ciao.

NK: Azzy mi ha di nuovo rinchiuso nell’armadio e poi ha provato a scappare di casa…

ABCASIA: Oh quella solita…

OdS: Chissà come stà mia sorella gemella, e gli altri che vivono da mio cugino Russia.

ABCASIA: Huh?

OdS: L’Ossezia del nord è pur sempre mia sorella e gli slavi orientali son pur sempre miei cugini…

ABCASIA: Li puoi sempre andare a chiamare, no?

OdS: Anche tu hai fratelli e sorelle là, vero?

ABCASIA: Si. Adighezia, Karačaj-Circassia, e Cabardino-Balcaria.

OdS: Ti mancano?

ABCASIA: Si.

NK: Inguscezia, Cecenia, e Dagestan sono i fratelli biologici di Azzy, no?

OdS: Vero!

ABCASIA: La nostra è una grande famiglia!

GEORGIA: Si… anvedi tu a sfornare dieci figli…

IMEREZIA: Nessuno di loro è tuo!

NK: Io torno in camera mia.

*Nel frattempo a casa di Russia*

OdN: Oh, mi manca mia sorella gemella…

Russia: Non ti preoccupare Alania, hai me, tuo cugino Russia.

OdN: Un giorno io e mia sorella saremo unite nella stessa nazione.

Russia: Siamo pur sempre una famiglia.

Inguscezia: Vero.

Cecenia: A me manca Azzy… Udiny…

Dagestan: Be lei manca anche a me ed ad Inguscezia.

Inguscezia: Vero. E’ come per Ossezia. Vive tranquillamente con sua sorella e poi suo cugino mai visto prima, la manda a vivere con lui e con un sacco di altri ragazzini come se fosse un collegio.

OdN: E’ strano si… Comunque io e mia sorella siamo la stessa persona siamo solo spezzate in due quando ci siamo separate…

Dagestan: Io vorrei incontrare di nuovo sai chi? Vorrei incontrare Karabakh…

Cecenia: Anch’io…

Inguscezia: Anch’io… Mi manca tanto… Tutti noi lo vogliamo incontrare…

Adighezia: Io voglio stare con Abkhazia è pur sempre mia sorella…

KC: Si anche la mia…

CB: Ed è anche la mia….

Cecenia: Ragazzi…

Dagestan: Noi vogliamo tutti essere riuniti ai nostri compatrioti…

*ritorno ad Azzy che torna a casa*

Azerbaigian: Eccomi! *apre la porta*

Armenia: Ciao Azzy! Mi sei mancata!

Georgia: Anche a me!

Imeretia: Oh, come sempre, tutti i giorni stessa storia!

Azerbaigian: Si si sa sono un po’ ribelle.

Armenia: Tutti sono così da adolescenti.

Azerbaigian: Non sono un’adolescente.

Armenia: Si lo sei

Azerbaigian: Non lo sono

Armenia: Si lo sei

Azerbaigian: Non lo sono

Armenia: Si lo sei

Azerbaigian: Non lo sono

Georgia: Ragazzi! Siete entrambe nazioni e lo sapete benissimo!

Azerbaigian: Vero.

Armenia: Vero… Forse è meglio non essere più litigate.

Azerbaigian: Ecco.

Georgia: Tutte noi siamo state adolescenti ribelli…

Nagorno-Karabakh: Quindi è vero quello che dite? Che i nostri amichetti che vivono a casa di Russia, non li rivedremo mai?

Armenia: E’ possibile…

Nagorno-Karabakh: Mi mancano Dagestan e Cecenia e Inguscezia…

Azerbaigian: Anche a me…. Sono pur sempre mio fratello e le mie sorelle…

Georgia: Un giorno ne saremmo così lontane che non ci mancheranno più.

Armenia: Una pace nel Caucaso… una pace mai vissuta.

*il giorno dopo*

Georgia: Hey Haykiko!

Armenia: Kartoush! C’è qualcosa che mi vuoi far mostrare?

Georgia: Beh prima mi avevi detto che avevi creato uno spinoff dei Simpson?

Armenia: Si. Parla di Seymour Skinner che ritorna ad essere Armin Tamzarian e che… ritrova la sua via.

Georgia: Beh io ho la mia versione che si chiama i Samsonadze.

Armenia: Lo sapevo già. Per questo ti stavo chiedendo una cosa…

*Azzy interrompe la scena entrando nella stanza con i popcorn in mano*

Azerbaigian: Saker Tort! Kitstan!

Armenia: Huh?

Georgia: Mi piace quando ci chiami così.

Armenia: Dobbiamo avere i piccoli più spesso con noi!

Azerbaigian: Non sono piccola!

Georgia: Hayako! Azzyko! Siete entrambi infantili ma in modo molto diverso!

Armenia: Si…. Io sono snob e giocolona e molto più femminile…

Azerbaigian: Lo sanno tutti.

Armenia: Vero…

Georgia: Siamo molto diverse e quindi ci completiamo a vicenda

Armenia: Yeah.

Azerbaigian: Il mondo è bello perché è vario…

Armenia: E così, per un’altra volta, la pace si completò nel Caucaso.

Georgia: Quindi cos’è che mi volevi chiedere riguardo al tuo spinoff?

Armenia: Kartoush. Azzy. Creiamo un episodio crossover insieme?

Azerbaigian: Buona questa!

Georgia: Yeah!

 

 

 


2 commenti

Alessandro Manzoni · 22 Febbraio 2019 alle 15:05

Fantastica storia, la canzone nella storia è ancora più più più fantastica.

    gaia · 25 Febbraio 2019 alle 15:31

    Si lo so

    Ai tuoi tempi, l’Azerbaigian era parte di uno dei tanti Imperi Persiani, e quindi si chiamava Ducato di Shirvan. Ci sei mai stato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *