Premetto che l’Italia non é celtica. Sono stati l’Impero Romano e i Normanni a dare influenze italiane ai Celti, incluso lo stesso Trischele, anche se dei simboli simili al Trischele già esistevano nel Mondo Celtico.

L’Italia é in maggior parte romana con influenze mediorientali (Yemen, Oman, Turchia…) per via del Califfato e dell’Impero Ottomano. Attorno a 95% romana e 5% mediorientale – incluso il linguaggio, ma dipende da villaggio in villaggio, e anche da anno ad anno.

Un’Italia 5% Ebrea Askenazita, 5% Araba Saudi, 5% Turca, 5% Israelita, 5% zingara, 5% Kazaka, 5% Giapponese, 5% scandinava, 5% irlandese, 5% Scita, 5% Lappone, 5% nativa hawaiiana, 5% azteca, 5% Pokémoniana, 5% Gallifreyana, 5% steampunk, 5% scene queen, 5% vaporwawe, 5% Trakenite, e 5% Ainu? Si può fare.

Il Regno Carolingio era celtico. Il Francia Media Lotharii Regnum era celtico. Il Sacro Romano Impero era celtico. Il Portogallo, Spagna, Irlanda, Regno Unito, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia, Svizzera, e Austria sono celtici. Anche se le lingue propriamente dette celtiche non venivano e non vengono parlate là da un pezzo, o solo raramente.

I Celtici erano e sono, geneticamente parlando, gli Ovest Europei e i Sud-Ovest Europei, quindi hanno genetiche molto simili tra di loro, e si sono mixati un sacco tra di loro. I celtici avevano una loro cultura e una loro lingua, entrambe partite in Svizzera e poi diffuse in tutta l’Europa dell’Ovest. La lingua proto-celtica era una lingua indo-europea molto simile al latino. Il proto-celtico si era creolizzato dallo scito-sarmato, che era il diretto antenato delle lingue slave.

Mentre per l’Armenia, quella é ancora più araba dell’Italia. Anche le città grandi armene hanno nomi di discendenza medio orientale, e attorno a 60% dei vocaboli armeni sono di discendenza mediorientale. Facile, visto che Yerevan praticamente confina col Medio Oriente ma Roma ne é separata da due penisole (Italiana e Balcanica).

Quindi, il mondo di Aroush é così:

Il mondo Celtico e il mondo Armeno, così vicini ma così distanti, separati da un’agraria, semi-barbarica proto-Russia che non ha ancora scoperto la vodka, i kielbasa, i pierogi, e lo slav squat, e che venera il cielo come un Dio Padre.

Questi due popoli, che non sanno di essere così simili, fino ad Aroush si conoscevano solo via leggende scito-sarmate…

Categorie: ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *