Allora dovete sapere che ci sono 2 famiglie di linguaggi nativi del Caucaso.

Una é la famiglia Caucasica o Kartvelica, che non é imparentata con altri linguaggi odierni, tranne per le sue lontane connessioni con le lingue Vasconiche.

Un’altra é il ramo Caucasico o Armenico della famiglia Indo-Europea, ovvero imparentata con l’Italiano e l’Inglese anche se alla lontana. La lingua Indo-Europea nasce nella cultura di Jamna attorno al confine tra Ucraina e Russia.

Il Georgiano fa parte della prima famiglia di linguaggi, e l’Armeno fa parte della seconda.

L’Azero é una Lingua Turca, fino a recente considerato un dialetto del Turco dell’Impero Ottomano, quindi é una lingua con discendenze dall’Asia Centrale.

In origine, nell’ Hayasa-Azzi, si parlavano lingue molto simili, tutte loro lingue Kartveliche.

Poi nel 900 BC gli Assiri e gli Hurriti invasero l’Hayasa-Azzi dal Medio Oriente, e quindi la lingua ufficiale divenne un dialetto Hurrico (ovvero Hurro-Urartico) con influenze Kartveliche e Semitiche.

Anche se alcune versioni di Indo-Europeo Caucasico sembrano già essere state parlate nel 1991 BC, diventarono lingue ufficiali solo nel 585 BC, forzato dall’Impero Persiano di Media.

Quando l’Armenia ritornò ad essere indipendente nel 322 BC, l’Armeno Classico era si una lingua indo-europea del ramo Caucasico, quindi più imparentata al resto delle lingue europee, ma con un sacco di vocaboli di origine mediorientale.

Tra Assiro, Hurro-Urartico, e pre-IE Iranico, un buon 60-75% dei vocaboli armeni é di discendenza mediorientale.

Però ci sono un bel pò di cose che sono molto vicine alle loro controparti inglesi e italiane, trattandosi sempre di Indo-Europeo.

Si, é molto diverso e alcune parole sembrano difficili da capire all’inizio, ma di solito, se sono di discendenza indo-europea, si capisce quali parole corrispondono alle altre, anche se l’Armeno come lingua ha un suono molto arrabbiato e “harsh”, e ci sono alcuni cambiamenti di suono strani tipo dw -> erk.

Però, spesso, se una parola armena é completamente diversa dalle sue traduzioni nelle altre lingue europee, non si tratta di semplici cambiamenti di suoni – quelli di solito non sono così strani, anche dopo 2330 anni – ma di vari borrowing dai vari popoli mediorientali che sono riusciti ad invaderla nel corso della storia.

Secondo voi, in quanto tempo riuscirò a imparare l’Armeno\Hayeren?

Cioè, c’è anche il fatto che si potrebbe trattare solo di un piccolo fandom o special interest che passerà subito. Una cosa flavor of the year. Lo sto basicamente imparando solo per motivi… Seymour-ici.

Ts’tesut’yun! (che… deriva dal Proto Indo Europeo derk “vedere”. Altro cambiamento di suono un pò strano.)

Categorie: Armenia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *